mercoledì 8 aprile 2015
«Abbiamo girato tanti ospedali ma la risposta era sempre la stessa: la bambina non la operiamo prima dei 5 anni, mentre il dott. Costanzo A., dopo una visita, ha operato la bimba asportando le adenoidi e dal quel giorno la bimba non ha più avuto problemi...». È una delle recensioni degli utenti di ScegliereSalute, un portale «nato dalla volontà di offrire sia all’utente (non ci piace chiamarlo “paziente”) che alle strutture sanitarie, uno strumento di confronto, equo e partecipato, dove conoscere la migliore offerta di cure e aiutare le strutture a migliorarsi».L'idea è di alcuni cittadini «animati dallo scopo di tutelare al meglio quello che di più caro abbiamo: la nostra salute», che hanno lanciato l'iniziativa 2.0 che ha ottenuto un contributo pubblico dedicato alle start-up più innovative.Sul sito è possibile scegliere  attraverso una banca dati completa di medici, professionisti sanitari, strutture sanitarie e centri diagnostici (anche attraverso le recensioni degli altri utenti) e lasciare e condividere a propria volta una recensione, come in un "tripadvisor" della salute. «Una migliore informazione - è al filosofia del sito - è in grado di trasformare il diritto alla salute da una promessa solenne ad una conquista concreta, attraverso la diffusione di buone pratiche sanitarie ed azioni di cittadinanza attiva che puntano a riequilibrare il rapporto medico-utente e a colmare il gap informativo esistente sullo stato delle strutture ospedaliere e le prestazioni erogate».
© Riproduzione riservata