giovedì 5 settembre 2019
Debuttano alla Mostra del Cinema di Venezia i nuovi prodotti televisivi realizzati da Tv2000 Factory. Protagoniste le storie di chi resiste al crimine, di una conversione e delle speranze giovanili.
Miguel Magnara

Miguel Magnara

COMMENTA E CONDIVIDI

La mafia, i sogni dei giovani e la santità. Questi i temi di tre nuove produzioni di Tv2000 Factory, la fabbrica del racconto dell'emittente Cei, presentate ieri a Venezia 76 alla Fondazione Ente dello Spettacolo-FedS, presieduta da don Davide Milani. Presenti per Tv2000 il direttore Vincenzo Morgante, l'ad Massimo Porfiri, i registi Gianni Vukaj e Riccardo Denaro, la responsabile dell'Ufficio acquisizioni Anna De Simone. «Il dono della Luna» di Gianni Vukaj, «Dream Age - L'età del sogno» di Giuseppe Carrieri, e «Miguel Magnara» di Riccardo Denaro. Si tratta di tre produzioni originali su temi diversi, ma tutte in un percorso di senso e nella linea valoriale dell'emittente.

L'intervista a Fiammetta Borsellino

L'intervista a Fiammetta Borsellino

Nel lavoro di Vukaj si tratta della lotta alla mafia e delle ferite permanenti con cui le famiglie delle vittime sono costrette a convivere, con le eccezionali testimonianze di Fiammetta Borsellino, figlia del giudice ucciso nel 1992, dei parenti dei fratelli Luigi e Aurelio Luciani, braccianti innocenti uccisi dalla mafia, e i familiari di Fabrizio Nencioni, studente morto nell'attentato di via dei Georgofili a Firenze.

Le speranze e i desideri dei giovani in Paesi e culture diverse vengono raccontate in modo toccante nel lavoro di Carrier, mentre per la storia di un giovane nobile spagnolo che da ricco insoddisfatto seduttore, dopo aver perso l'unica donna che ama, s'innamora di Dio morendo in odore di santità è in corso una campagna di crowdfunding, ed è prevista la partecipazione di Anna Galiena. In arrivo, inoltre, una stagione di grandi titoli di cinema, da «Via col vento» all'esclusiva del film di Koreda «Ritratto di famiglia con tempesta».

La conferenza stampa di Tv2000 alla Mostra di Venezia

La conferenza stampa di Tv2000 alla Mostra di Venezia

«Continuiamo nella nostra idea di essere servizio pubblico – dice il direttore Vincenzo Morgante –. Quest'anno potenzieremo l'informazione, l'attività della factory di Tv2000 e il cinema per affrontare i temi che riguardano le persone. Con coraggio e umiltà seguiamo il nostro percorso di qualità puntando su registi emergenti e di assoluto valore. Sentiamo forte la chiamata a dare voce e spazio ad argomenti e persone che rimarrebbero confinate in un angolo. Il nostro investimento più grande è infatti far conoscere al pubblico realtà diverse e di stringente attualità». «Tv2000 factory – ha aggiunto la responsabile dell'ufficio acquisizioni di Tv2000, Anna De Simone – è una realtà in forte crescita. I buoni risultati dei documentari prodotti dalla nostra emittente, ottenuti nell'ambito di festival e mercati internazionali, ci dicono che siamo sulla strada giusta. I nostri registi e autori sapientemente raccontano agli spettatori temi che altrove spesso non trovano spazio, penso ai disabili, ai migranti, ai senza tetto, sempre con sensibilità e poesia».

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI