“Sacrificio d'amore” ha deluso le attese
venerdì 12 gennaio 2018
Sacrificio d'amore va in letargo. La fiction di Canale 5, ambientata all'inizio del Novecento intorno alle cave di marmo di Carrara, ha terminato mercoledì scorso la prima stagione dopo essere stata sballottata dal venerdì in cerca di ascolti migliori. Al suo posto, il mercoledì, torna Il segreto, mentre al venerdì arriva la serie Immaturi. Le restanti puntate di Sacrificio d'amore, una quindicina, andranno in onda da maggio in avanti per tutta l'estate. Il progetto è ambizioso, ma la risposta del pubblico sta deludendo le attese. Era scesa in campo persino la grande Mina per dare voce alla sigla con un brano inedito a cura del figlio Massimiliano Pani e di Lele Cerri. Coinvolti, vista la durata, ben sei registi tra cui Daniele Carnacina, che firma anche la sceneggiatura. Ed è proprio sulla carta che Sacrificio d'amore non partiva male. Soprattutto il periodo scelto per ambientare la storia era interessante: l'Italia a cavallo della prima guerra mondiale con le lotte di classe, il progresso tecnologico e l'emancipazione femminile. Interessante anche l'ambientazione geografica: le Alpi Apuane hanno un fascino unico. Da questo punto di vista, oltre che sulla carta, la fiction era partita bene a livello di riprese con suggestive inquadrature delle cave di marmo. Persino la storia d'amore tra il cavatore analfabeta, Brando (Francesco Arca), e la ricca ma sensibile Silvia (Francesca Valtorta), moglie del proprietario delle cave, Corrado (Giorgio Lupano), poteva avere un senso. Ma poi tutto ha preso la via della telenovela. I personaggi hanno cominciato ad essere rappresentati a tinte forti, con i buoni nettamente divisi dai cattivi. Lo scontro sociale è diventato didascalico fino a rischiare la banalizzazione. Si è persa per strada anche un'analisi più seria dell'idea di sacrificio e delle conseguenze morali di certe scelte. Adesso, con la fine della prima stagione, siamo fermi alla scoperta che la suora cattiva, la direttrice dell'ospedale locale, è la madre segreta di un medico, mentre Corrado (inquadratura conclusiva) sta violentando Maddalena (Desirèe Noferini), la sorella di Brando, che già aveva non pochi problemi a portare avanti la sua storia d'amore con Tommaso (Rocco Giusti). Chissà se questi ultimi sviluppi saranno sufficienti a lasciarci in ansia fino a maggio?
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: