lunedì 8 settembre 2014
​Le tre suore italiane uccise tra domenica e lunedì in Burundi sono state picchiate selvaggiamente, ma non sono state violentate. La notizie della violenza sessuale sulle tre anziane sorelle erano state diffuse dall'agenzia Afp, che riportava una frase del vicedirettore della polizia di Bujumbura, Godefroid Bizimana, e subito ha trovato grande eco sui siti di informazione online. Ma suor Silvia Marsili, vicaria generale delle Missionarie saveriane, interpellata da Avvenire, smentisce categoricamente tale ricostruzione. “E’ circolata la notizia dello stupro delle tre religiose. A noi non risulta. Per quanto ne sappiamo, dalle testimonianze raccolte in loco, suor Bernardetta Boggian, suor Olga Raschietti e suor Lucia Pulici non sono state violentate”.È possibile che il malinteso sia nato da un essore di interpretazione delle parole del funzionario di polizia, oppure che quest'ultimo, descrivendo la violenza efferata e bestiale di cui sono rimaste vittime le tre sorelle, sia stato equivocato.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: