La scheda. Matrimoni gay, 21 i paesi al mondo che li riconoscono


sabato 23 maggio 2015
Sono 21 i Paesi nel mondo nei quali è possibile il matrimonio fra persone dello stesso sesso. L'Irlanda, a seguito del referendum del 22 maggio, diventerà il 22esimo. Si tratta di Olanda, Belgio, Spagna, Norvegia, Svezia, Finlandia, Portogallo, Islanda, Danimarca, Francia, Regno Unito, Lussemburgo, Canada, Stati Uniti, Argentina, Brasile, Uruguay, Sudafrica e Nuova Zelanda. L'ultimo a riconoscerlo - e il 13esimo in Europa - è stata lo scorso marzo la Slovenia. Inoltre in Israele, ad Aruba, Curacao e in Sint Maarten, pur non essendo consentito alle persone aventi lo stesso sesso di accedere all'istituto del matrimonio, vengono registrati i matrimoni fra persone dello stesso sesso celebrati altrove. In altri Paesi, infine, si può accedere a unioni civili, come in Germania. Dei 28 paesi della Ue solo nove - Italia, Grecia, Cipro, Lituania, Lettonia, Polonia, Slovacchia, Bulgaria e Romania - non prevedono nessun tipo di tutela per le coppie omosessuali. - Paesi Bassi: il matrimonio è aperto a coniugi dello stesso sesso dal primo aprile del 2001, mentre sono possibili anche le unioni registrate e sono regolamentate le convivenze di fatto. - Belgio: è il secondo Paese al mondo, dopo l'Olanda, dal 30 gennaio del 2003, ad aver riconosciuto il matrimonio fra individui dello stesso sesso. - Spagna: la possibilità di contrarre matrimonio anche alle coppie gay risale al 3 luglio del 2005. Accanto a questo istituto, esistono anche i registri delle coppie di fatto, che riguardano sia quelle eterosessuali che quelle omosessuali. - Norvegia: l'11 giugno del 2008 il Parlamento di Oslo approva la legge che consente il matrimonio anche tra omosessuali. - Svezia: i matrimoni fra coppie dello stesso sesso sono possibili a partire dal primo maggio del 2009. Dal primo novembre successivo sono possibili anche in Chiesa. - Portogallo: l'8 gennaio del 2010, il Parlamento di Lisbona approva la proposta di legge per regolarizzare il matrimonio omosessuale. - Islanda: il matrimonio fra persone dello stesso sesso viene introdotto nel giugno del 2010, quattro anni dopo il riconoscimento delle unioni civili fra persone dello stesso sesso. - Danimarca: Copenaghen introduce il matrimonio gay il 15 giugno del 2012 con una legge che consente a due persone dello stesso sesso di unirsi in matrimonio in Comune o in Chiesa, anche se nessun prete può essere costretto a celebrarlo. - Francia: i matrimoni omosessuali sono possibili dal maggio del 2013 e la legge estende alle coppie gay anche la possibilità di adottare dei figli. - Regno Unito: ad eccezione dell'Irlanda del Nord, il matrimonio fra persone dello stesso sesso è possibile in tutto il Paese a partire dal marzo scorso. - Lussemburgo: il matrimonio alle coppie omosessuali è possibile a partire dall'inizio del 2015. Sabato 15 maggio si è sposato con il suo compagno il premier Xavier Bettel. - Finlandia: nel novembre del 2014 il Parlamento ha approvato la legge che autorizza matrimoni e adozioni gay. - Slovenia: nel marzo del 2015 il Parlamento ha approvato l'emendamento che stabilisce che il matrimonio è "l'unione di due persone, indipendentemente dal loro sesso" - Canada: la legge che estende alle persone dello stesso sesso la possibilità di contrarre matrimonio è entrata in vigore il 20 luglio del 2005. - Stati Uniti: a livello federale sono stati riconosciuti nel 2013 e attualmente sono possibili nella capitale Washington ed in 31 stati. - Messico: le coppie dello stesso sesso possono sposarsi nella capitale ed in due Stati della Federazione a partire dal 2010. - Argentina: il matrimonio fra persone dello stesso sesso è possibile da dal luglio del 2010. - Brasile: una legge specifica sui matrimoni omosessuali non è ancora stata adottata dal parlamento federale. Tuttavia, nel maggio 2013 il Consiglio nazionale di giustizia (Cnj), organo di controllo dell'autonomia del potere giudiziario, ha stabilito che gli uffici pubblici che rilasciano le licenze per il matrimonio civile non potranno più rifiutarsi di autorizzare anche le nozze fra persone dello stesso sesso. - Uruguay: il matrimonio è aperto a coppie dello stesso sesso dall'agosto del 2013. - Sudafrica: la legge che autorizza il matrimonio omosessuale è entrata in vigore il 30 novembre del 2006. La cerimonia religiosa è opzionale, le Chiese possono infatti rifiutarsi di celebrare certi tipi di unione, mentre il rito civile è aperto a tutti. Le coppie omosessuali, inoltre, possono adottare già dal 2002, mentre da decenni ormai possono adottare i single. - Nuova Zelanda: il matrimonio omosessuale è possibile dall'aprile del 2013.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: