martedì 5 giugno 2018
L'opa degli italiani convince oltre il 70% degli azionisti. Sconfitta Iberdrola e conquistata la prima società di distribuzione elettrica del Brasile.
Un tratto della rete di Eletropaulo, a San Paolo del Brasile (https://flic.kr/p/FJCtR)

Un tratto della rete di Eletropaulo, a San Paolo del Brasile (https://flic.kr/p/FJCtR)

Enel ha battuto gli spagnoli di Iberdrola e conquistato Eletropaulo, la più grande società di distribuzione elettrica del Brasile, con 7 milioni di clienti connesi, per circa 20 milioni di persone che utilizzano la sua energia.

Dopo settimane di asta al rialzo, l’azienda italiana che ha nel ministero dell’Economia il suo primo azionista ha convinto i soci di Eletropaulo con un’offerta da 45,22 reais ad azione. Hanno detto sì i proprietari del 73,4% delle azioni del gruppo. Per Enel Brasil Investimentos Sudeste, la controllata brasiliana tramite cui Enel ha completato l’operazione, l’investimento complessivo è stato di 5.553 milioni di reais, circa 1,27 miliardi di euro. Fino al 4 luglio gli altri azionisti che hanno il restante 26,6% potranno consegnare allo stesso prezzo le loro azioni ad Enel.

Con questa operazione la società italiana raggiunge una quota di mercato in Brasile del 20,4% in termini di numero di clienti, accrescendo la propria base clienti di 7 milioni di unità e diventando il primo operatore del Paese. «Portiamo a San Paolo l'esperienza di Enel, uno dei più grandi operatori di reti a livello globale e sicuramente quello che dispone delle reti più avanzate in termini di digitalizzazione, efficienza e resilienza» ha detto l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace.

© Riproduzione riservata