martedì 19 luglio 2011
È stato firmato dall'arcivescovo di Agrigento il decreto per l'avvio ufficiale del processo diocesano di canonizzazione di Rosario Livatino, il magistrato di Canicattì ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990, a 38 anni, alle porte di Agrigento. 
È stato firmato dall'arcivescovo di Agrigento il decreto per l'avvio ufficiale del processo diocesano di canonizzazione di Rosario Livatino, il magistrato di Canicattì ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990, a 38 anni, alle porte di Agrigento. Il magistrato, definito da Giovanni Paolo II "martire della giustizia e, indirettamente, della fede", dopo aver incontrato i genitori, venne assassinato mentre, con la sua auto e senza scorta, andava da Canicattì ad Agrigento. L'annuncio ufficiale ed il solenne pontificale si svolgeranno per volere dell'arcivescovo Montenegro il 21 settembre prossimo nella chiesa San Domenico di Canicattì in coincidenza col 21esimo anniversario dell'assassinio.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: