giovedì 14 giugno 2012
Una nota della sala stampa vaticana rende noto che nell'incontro di ieri tra il card. Levada e il superiore della FSSPX, mons. Fellay, "si è consegnata una bozza di documento con il quale viene proposta una prelatura personale come strumento più adatto ad un eventuale riconoscimento canonico della Fraternità".
​"Nel pomeriggio di mercoledì 13 giugno 2012 si sono incontrati Sua Eminenza il Cardinale William Levada, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e Presidente della Pontificia Commissione Ecclesia Dei, e Sua Eccellenza Mons. Bernard Fellay, Superiore Generale della Fraternità Sacerdotale San Pio X, insieme ad un suo Assistente. Erano presenti anche Sua Eccellenza Mons. Luis Ladaria, Segretario della medesima Congregazione e Mons. Guido Pozzo, Segretario della Pontificia Commissione Ecclesia Dei.". Così si legge in una nota diffusa oggi dalla Sala stampa vaticana."L’oggetto dell’incontro" continua la nota, "era quello di presentare la valutazione della Santa Sede circa il testo consegnato dalla Fraternità Sacerdotale San Pio X nel mese di aprile, in risposta al Preambolo dottrinale, sottoposto dalla Congregazione per la Dottrina della Fede il 14 settembre 2011 a detta Fraternità. Nella discussione successiva si è avuta anche la possibilità di offrire le opportune spiegazioni e precisazioni. S.E. Mons. Fellay da parte sua ha illustrato la situazione attuale della Fraternità Sacerdotale San Pio X e ha promesso di far conoscere la sua risposta in tempi ragionevoli".LA PROPOSTA DELLA PRELATURA PERSONALE"Durante il medesimo incontro" si legge sempre nella comunicazione vaticana, "si è anche consegnata una bozza di documento con il quale viene proposta una Prelatura Personale come strumento più adatto ad un eventuale riconoscimento canonico della Fraternità.Come già detto nel comunicato stampa del 16 maggio 2012, si conferma che la situazione degli altri tre Vescovi della Fraternità Sacerdotale San Pio X sarà trattata separatamente e singolarmente.A conclusione della riunione si è auspicato che anche attraverso questo momento ulteriore di riflessione si possa giungere alla piena comunione della Fraternità Sacerdotale San Pio X con la Sede Apostolica".DA MONS. FELLAY «RISPOSTA IN TEMPI RAGIONEVOLI»Durante un briefing in Vaticano, padre Lombardi ha spiegato che la Fraternità San Pio X terrà il capitolo generale nella prima settimana di luglio, e che presumibilmente in quell'occasione verrà discusso l'accordo proposto dal Vaticano.Nell'incontro di ieri, ha detto sempre padre Lombardi, mons. Fellay "ha illustrato la situazione attuale dellaFraternità Sacerdotale San Pio X e ha promesso di far conoscere la sua risposta in tempi ragionevoli".
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: