lunedì 18 marzo 2013
Le radici di Papa Francesco affondano tra Passerano Marmorito e Cocconato d'Asti, sulle colline dell'alto Monferrato. Il nonno, la nonna e il padre del pontefice lasciarono l'Astigiano per l'Argentina nel febbraio del 1929. Secondo l'albero genealogico del Pontefice ricostruito dal Comune di Asti e presentato oggi pomeriggio dal sindaco Fabrizio Brignolo e dall'assessore all'anagrafe Davide Arri, il trisnonno Giuseppe Bergoglio era nato nel 1816 a Schierano, frazione di Passerano Marmorito, mentre la trisnonna era Gioacchino Maria, figlia di Antonio, era nata nel 1819 a Cocconato d'Asti. I due paesi distano pochi chilometri l'uno dall'altro. Dopo il matrimonio, i Bergoglio erano andati a vivere più vicino ad Asti, a Montechiaro, dove nel 1857 nasceva Francesco, che si sarebbe sposato con Maria Bugnano, nativa di San Martino Alfieri. Dalla loro unione naque il nonno del Papa, Giovanni Bergoglio (1884), che emigrò a Torino nel 1906 dove si sposò con Rosa Vassallo nativa di Plana Crixia, sull'appennino ligure l'anno successivo. A Torino nacque il papà del pontefice, Mario Bergoglio (1908), ma in seguito la famiglia tornò ad Asti nel luglio del 1818, dove aprì un negozio di alimentari e dove risiedette in via Fontana, in Corso Alessandria e in via dell'Antica Zecca, prima di emigrare per l'Argentina. Il padre del papa, la madre, Regina Sivori, di origini savonesi, e i nonni del futuro pontefice partirono per Buenos Aires il primo febbraio del 1929.
 
​​
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: