sabato 26 settembre 2015
Ecco quali sono gli obiettivi fissati dalla Nazioni Unite.
Povertà, malattie, guerre: in 17 punti l'agenda Onu 2030

1 SRADICARE LA POVERTA' Mai più con meno di 1,25 dollari al giorno
La principale sfida è mettere fine entro il 2030 alla povertà estrema, in modo che nessuno viva con meno di 1,25 dollari al giorno. Si prevede anche l’ampliamento, a livello nazionale, dei sistemi di protezione sociale per i gruppi vulnerabili.

2 SICUREZZA ALIMENTARE
In 800 milioni soffrono la fameL’11,8 per cento della popolazione mondiale fa fatica ad alimentarsi. Ora l’Onu si propone di garantire a tutti il diritto al cibo, di mettere fine alla malnutrizione, alla denutrizione e di promuovere l’agricoltura sostenibile.

3 UNA VITA SANA
Mortalità e accesso alle cure
Ridurre la mortalità materna e infantile resta centrale per l’Onu. Al contempo, prevede l’accesso universale ai sistemi sanitari. Un aspetto controverso di questo obiettivo sono i riferimenti espliciti alla cosiddetta «salute riproduttiva».

4 EDUCAZIONE DI QUALITA'
Una scuola per tutti i bambini
La meta è garantire a tutti i bimbi l’istruzione primaria e secondaria completa, gratuita e di qualità che ne consenta il pieno sviluppo umano. Rientra nell’obiettivo la lotta all’analfabetismo e la formazione degli adulti.

5 PARITA' DI GENERE
Stop a discriminazione e violenza
Si parla di porre fine a ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne, come pure di eliminare pratiche nocive quali le nozze forzate e le mutilazioni genitali. Anche qui c'è una parte controversa sulla salute riproduttiva.

6 ACCESSO ALL'ACQUA
Il diritto a risorse idriche pulite
L'Onu vuole garantire il diritto universale all'acqua. Questa deve essere disponibile, pulita e gestita in modo sostenibile. Al pari, si vuole promuovere l'accesso universale ai servizi igienici, eliminando la defecazione all'aperto.

7 ENERGIA SOSTENIBILE
Più elettricità rinnovabile Il fine è quello di aumentare la quota di popolazione che possa utilizzare la rete elettrica. Ancora 1,3 miliardi di persone ne è esclusa. Al contempo, si vuole incrementare il numero di cittadini che impiega energie rinnovabili.

8 PIENA OCCUPAZIONE
Crescita e dignità del lavoratore
Non viene quantificato il reddito nazionale pro capite anche se viene formulato un incremento minimo del 7 per cento del Pil per i Paesi poveri. L’obiettivo fissa il 2030 come termine perché tutti abbiano un impiego degno.

9 INNOVAZIONE SOSTENIBILE
Un’industrializzazione inclusiva
L’obiettivo, espresso in modo generale,parla di promuovere l’industrializzazione inclusiva e la costruzione di infrastrutture.Viene, inoltre, enfatizzato il ruolo dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo sostenibile.

10 PARITÀ TRA LE NAZIONI
In campo contro le diseguaglianze
Sette cittadini su dieci vivono in Paesi dove la diseguaglianza economica è maggiore rispetto a 30 anni fa. Di fronte a questa situazione, l’Onu esorta a ridurre le disparità fra le nazioni ricche e povere e anche all’interno degli Stati.

11 CITTÀ PIÙ SICURE
Dai trasporti alle baraccopoli
È un obiettivo ampio che include l’accesso a case con servizi di base idonei, il miglioramento degli insediamenti precari o baraccopoli ma anche del resto della città, con una rete efficiente e sicura di trasporti pubblici e più aree verdi.

12 CONSUMO SOSTENIBILE
Basta con gli sprechi alimentari
Tale traguardo propone di ridurre gli sprechi di cibo e la quantità di rifiuti prodotti in modo da evitare i problemi di smaltimento. Si parla anche di un impiego equilibrato delle sostanze chimiche in agricoltura.

13 CAMBIAMENTI CLIMATICI 100 miliardi per il Sud del mondo
È uno dei pilastri dell’agenda. L’Onu esorta a lottare contro il cambiamento climatico. A tal fine, gli Stati predispongono un budget di 100 miliardi all’anno per aiutare i Paesi poveri a combattere gli effetti dell’inquinamento.

14 CONSERVAZIONE DEI MARI Cinque anni per il traguardo
L’urgenza di preservare gli ecosistemi marini rende necessario anticipare la scadenza al 2020. Entro tale data, l’Onu invita a prevenire e ridurre l’inquinamento dei mari e ridurre al minimo gli effetti dell’acidificazione degli oceani.

15 PROTEZIONE DEL SUOLO Foreste e biodiversità
L’obiettivo promuove la riforestazione, il recupero dei boschi e delle foreste degradate e la lotta alla desertificazione. Si parla anche della lotta al traffico illecito di specie rare e proteggere la biodiversità.

16 UNA SOCIETÀ PACIFICA
Giustizia, antidoto anti-violenza
Sono molte le mete intermedie contenute in questo ambizioso obiettivo: ridurre ogni forma di crimine, mettere fine alla tratta,allo sfruttamento dei lavoratori, alla tortura e offrire a tutti un uguale e libero accesso alla giustizia-per combattere la violenza.

17 LO SFORZO COMUNE
Un’alleanza mondiale
Più che un obiettivo è una sintesi dell’agenda. Fra le molte questioni quella di un’alleanza mondiale per lo sviluppo sostenibile. Si ricorda inoltre l’impegno di dare lo 0,7 per cento del Pil in aiuti per la crescita dei Paesi poveri.

© Riproduzione riservata