martedì 13 febbraio 2018
Nasce Welfjob, il primo corso di orientamento per i figli dei dipendenti. Tra le competenze richieste dalle aziende: mentalità positiva, specializzazione, flessibilità e passione
Lavoro ai giovani nei piani di welfare aziendale

Il welfare aziendale è la nuova frontiera per aiutare e orientare i giovani a trovare lavoro. Le politiche di welfare delle aziende stanno evolvendo sempre di più verso prestazioni che tengono conto delle diverse esigenze familiari dei dipendenti, tra questi l'occupabilità dei propri figli è una delle principali preoccupazioni. A tal scopo è nato Welfjob, il primo corso di orientamento al lavoro per i figli dei dipendenti nell'ambito di piani di welfare aziendale ideato e organizzato da Orienta, una delle principali agenzie per il lavoro italiane.

La crescita del welfare aziendale va di pari passo con la crescita esponenziale, tra gli altri, dei servizi di orientamento al lavoro per
i figli dei dipendenti. Si tratta di uno strumento che molti dipendenti-genitori hanno per orientare al meglio i propri figli al nuovo lavoro.

Molte ricerche evidenziano come i servizi di orientamento al lavoro per i figli dei dipendenti siano in costante crescita (+10%, ricerca Doxa-Edenred 2016 su stato welfare aziendale in Italia) nell'ambito dei panieri di servizi welfare delle aziende. La preoccupazione per il futuro occupazionale dei propri figli è molto sentita e soprattutto mancano strumenti efficaci di orientamento. Il welfare aziendale può essere un'opportunità per il lavoro dei giovani.

«È ormai chiaro a tutti - spiega Enrico Gambardella, head of people Aviva- che il vero tema è come prepararsi a trovare il lavoro. Prepararsi vuol dire conoscersi: sapere i propri punti di forza, le proprie passioni e i propri obiettivi. Prepararsi vuole anche dire conoscere il mercato del lavoro nelle sue sfaccettature, le dinamiche aziendali e le skill richieste. Il percorso Orientamento Giovani ha saputo coprire egregiamente entrambe le aree. È stato uno dei corsi più apprezzati di Aviva non solo dai partecipanti (i giovani figli dei nostri dipendenti e intermediari assicurativi) ma anche dai genitori che si trovano oggi, rispetto al passato, nel difficile ruolo di influencer».

Welfjob è un'occasione per acquisire la competenza sul networking e sulle soft skill, oggi strategiche per individuare nuove opportunità professionali, in un contesto lavorativo sempre più veloce, complesso e interconnesso. Lo scopo è fornire consapevolezza e metodologia di confronto attivo per approcciare in modo sistematico e organico un mondo del lavoro in rapidissima evoluzione anche in termini di competenze richieste.

Utilizzo dei social in un'ottica professionale per facilitare contatti e consapevolezze e valorizzare i propri tratti distintivi. Si tratta
di un'utile occasione per confrontarsi con esperti del mondo del lavoro sottoponendo dubbi e curiosità e allo stesso modo riflettere
sui propri elementi distintivi, le proprie passioni e i propri talenti. Welfjob, inoltre, è il primo percorso di formazione che prevede un'attività anche nei confronti dei genitori che hanno a loro disposizione esperti per confrontarsi rispetto al futuro professionale
dei propri figli.

Il progetto Welfjob di Orienta si focalizza soprattutto sulle cosiddette soft skill o competenze umane. Ciò che manca maggiormente tra i giovani è la consapevolezza della giusta mentalità e delle competenze umane indispensabili per cogliere le
opportunità del nuovo mondo del lavoro. Trasmettere tali competenze è decisivo per far incontrare le aspettative di milioni di giovani con quelle delle imprese. Competenze sulle quali si decide oltre il 94% delle assunzioni secondo i direttori del personale, e considerate più importanti delle competenze professionali. Parliamo di competenze quali l'intraprendenza, la capacità di lavorare in team, lo spirito di sacrificio, l'autonomia, l'etica del lavoro, e poi capacità relazionali, motivazione, orientamento al risultato.

«Orientare i giovani al mondo del lavoro - spiega Giuseppe Biazzo, amministratore delegato Orienta spa - per noi significa prepararli a un viaggio e a una sfida. Il viaggio è quello alla scoperta di se stessi e del mondo che cambia sempre più velocemente. La sfida è quella di allenarli a valorizzare la propria unicità e le proprie relazioni. Il nostro percorso formativo prevede l'acquisizione di metodi e strumenti attraverso incontri con professionisti della direzione delle risorse umane per facilitare i primi passi nel mondo del lavoro e creare fondamenta solide per affrontare l'intero ciclo della vita professionale. Soft skill, mindset positivo, specializzazione e networking sono le nostre parole chiave per orientare i giovani, unite a flessibilità e passione».

I primi tre corsi sono stati realizzati per i figli dei dipendenti e degli agenti del Gruppo Aviva e altri corsi sono in procinto di
partire in altre aziende nel 2018.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: