sabato 15 settembre 2018
Iniziativa della Scuola di politica e cittadinanza attiva Poliedri. Previsti al massimo 30 partecipanti. Inizio del corso a ottobre
Al via il progetto per giovani interessati alla “res publica”

Al via un corso della Scuola di politica e cittadinanza attiva Poliedri. Al progetto aperto collaborano il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Genova, la Fondazione Culturale San Fedele e la Compagnia del Gesù della Provincia di Genova. È un progetto pensato per tutti i giovani interessati alla “res publica”, che si prefigge di sviluppare in modo innovativo il tema della formazione politica fornendo conoscenze specifiche. Il presupposto fondante è l’urgenza di individuare cammini nuovi e persone nuove per costruire spazi di convivenza civile fondati sul diritto al rispetto, sull’etica e sull’onore individuale e collettivo che sono propri della democrazia. La formazione è lo strumento che può operare un reale cambiamento, modificando l’approccio individualistico alla politica in un approccio di servizio alla collettività. Poliedri è un punto di partenza, non di arrivo, per persone che mirino a sviluppare quelle competenze che consentiranno loro di poter diventare in futuro un punto di riferimento per un’opposizione libera e costruttiva a un sistema di potere che manifesta ormai la sua decadenza e la poca incisività nella vita reale delle persone.

Destinatari
Giovani adulti, di età compresa tra i 20 e 35 anni, interessati ad approfondire i principi fondanti della convivenza civica e della vita politica, nazionale ed internazionale, sviluppando competenze volte sia ad una maggiore partecipazione che ad una più generale consapevolezza delle dinamiche e delle tecniche che favoriscono un approccio positivo alle sfide dell’uomo e dell’umanità, tra le quali quella politica riveste uno spazio di straordinaria rilevanza. Nello specifico il progetto si rivolge a persone che siano fortemente interessate e motivate alla comprensione dei contenuti specifici dell’azione politica a prescindere dall’intenzione di farne uno specifico campo di attività “professionale” e a coloro che hanno maturato esperienze specifiche nel campo della politica e che intendano approfittare dell’opportunità formativa per verificarne contenuti e metodi.

È previsto un numero massimo di 30 partecipanti. L’ammissione avverrà tramite una selezione fondata sull’analisi delle motivazioni alla partecipazione. La frequenza è obbligatoria. Previsto il pagamento di una quota a copertura dei soli costi di realizzazione ed eventuale mobilità dei docenti. Al termine del percorso sarà rilasciato attestato di frequenza.

Il corso è strutturato nell’arco di 12 mesi per complessive quattro giornate di formazione frontale, sei week-end, 24 ore di project work o stage e una giornata conclusiva da realizzarsi mediante un seminario/convegno pubblico. La fase residenziale prevede almeno otto ore di studio e approfondimento da parte di ciascuno studente da realizzare nel periodo che intercorre tra gli appuntamenti mensili, preferibilmente in gruppi di lavoro che saranno costituiti in sede di attività didattica.

Il totale delle ore di attività (studio/aula/project work o stage) è pari a 138 ore. L’attività verrà svolta presso una Sede idonea all’ospitalità e accoglienza degli allievi. I tutor saranno presenti per l’intera attività mentre il docente di riferimento sarà presente per l’intera durata delle attività didattiche relative al tema da lui coordinato. L’avvio del corso è previsto a ottobre 2018.

Per ulteriori informazioni: www.poliedri.it.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: