venerdì 3 novembre 2017
Le sedi di lavoro si concentrano principalmente a Milano e nel resto della Lombardia, in Veneto ed Emilia-Romagna, con posizioni aperte anche in altre regioni italiane
Alla ricerca di 100 guardie giurate e addetti alla portineria

L’Agenzia per il lavoro E-work cerca 100 addetti per servizi di vigilanza e portierato, in tutta Italia (i dettagli su: www.e-workspa.it). La ricerca si svolge per conto della società Ivri - Istituti di Vigilanza Riuniti d’Italia Spa, che conta 40 sedi sul territorio nazionale, con 7mila dipendenti, e riguarda i seguenti profili:
- guardie giurate
- addetti ai servizi di portierato
- receptionist.


Le sedi di lavoro si concentrano principalmente a Milano e nel resto della Lombardia, in Veneto ed Emilia-Romagna, con posizioni aperte anche in altre regioni italiane.

Per la posizione di guardia particolare giurata, sono indispensabili un diploma di scuola media superiore e la conoscenza fluente della lingua inglese, mentre la conoscenza di una seconda lingua straniera è un titolo preferenziale. È preferibile ma non indispensabile un’esperienza pregressa. Si richiedono in ogni caso una forte motivazione, buono standing, buone abilità di resistenza allo stress e di problem solving, oltre alla disponibilità a lavorare su turni e a prendere Porto d’armi e Decreto Prefettizio, per svolgere i servizi di vigilanza armata.

Per gli addetti al portierato, si richiedono il diploma, buono standing, dinamismo, attenzione al cliente e, preferibilmente, una buona conoscenza dell’inglese. È anche necessaria la disponibilità al lavoro su turni.

Le posizioni di receptionist sono riservate a candidati tra i 25 e i 40 anni di età, anche alla prima esperienza lavorativa, purché diplomati, con una buona o ottima conoscenza della lingua inglese – oltre che italiana, per chi non è madrelingua – buona padronanza del pacchetto office e dell’utilizzo del Pc, disponibilità a lavorare su turni. Si applica il contratto collettivo nazionale “Vigilanza servizi fiduciari”, con inquadramento da valutare in funzione dell’esperienza dei candidati.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: