venerdì 9 settembre 2016
​​​Sorgerà a Coriano, in provincia di Rimini, vicino a casa di Marco Simoncelli, il motociclista morto nel 2011, su un terreno della diocesi.
Una casa per i disabili in memoria del «Sic»
Il numero 58 del “Sic” continua a sfrecciare. Non più sulla due ruote e nei circuiti della Moto Gp (in quello di Sepang Marco Simoncelli perse la vita il 23 ottobre 2011), ma a favore di deboli e svantaggiati. Sulla griglia di partenza di Sant’Andrea in Besanigo, sulla collina di Coriano alle spalle della casa dove Marco viveva con la famiglia, è infatti scattato il centro disabili intitolato al riccioluto pilota italiano. Giovedì la posa della prima pietra del 'Santa Marta', realizzato dalla Fondazione Marco Simoncelli: su un terreno concesso per 100 anni gratuitamente dalla Diocesi di Rimini, sorgerà una struttura gestita dalla comunità di Montetauro in grado di offrire ospitalità a 15 persone, a cui ogni giorno se ne aggiungeranno altre grazie all’accordo con la Cooperativa Arcobaleno di Rimini. 'Santa Marta' dovrà vedere la bandiera a scacchi in tre anni. «Una pietra solidissima – ha scritto Paolo Simoncelli nella lettera aperta al figlio, che è stata interrata nelle fondamenta della struttura – perché appoggia sulla sofferenza che si può alleviare, sulla sfortuna che si può contrastare, sul destino avverso che si può combattere, sull’amore che può provare a vincere».  La struttura (progettata da Polistudio A.E.S. di Riccione) includerà piscina, spazi ricreativi e un’ampia area verde a disposizione degli ospiti. Due milioni e 200mila euro l’impegno finanziario, traguardo raggiunto grazie alle numerose iniziative finite in pista a supporto della Fondazione Simoncelli: dal libro 'Ciao Sic' della Gazzetta dello Sport, al calendario realizzato da Mediafriends 'Route 58 - in viaggio con Sic', ai 4 milioni di confezioni di patatine personalizzate da San Carlo fino all’asta su Ebay con cui Carmelo Ezpeleta – numero uno della Dorna – si è aggiudicato un’Honda unica, donandola poi alla famiglia. La Fondazione in memoria del Sic, nata nel 2011, sostiene progetti umanitari e promuove l’impegno dello sport a favore del sociale. Nella Repubblica Domenicana ha già inaugurato Casa Marco Simoncelli, che accoglie con attrezzature adeguate 30 bambini disabili. Un microscopio elettronico ad alta precisione per consentire un servizio oculistico di qualità anche in Africa è stato poi donato alla Fondazione Semi di Pace International. Il centro 'Santa Marta' è il primo progetto italiano della Fondazione riccionese: «Ci regala grande emozione – aggiunge il papà del Sic –. Nella fatica e nella speranza dei ragazzi che verranno ospitati a Coriano, ci sarà sempre Marco».
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: