domenica 4 marzo 2018
Trovato senza vita nella sua camera d'albergo a Udine probabilmente per un arresto cardiaco. Aveva 31 anni. Sospese tutte le partite del campionato di Serie A e B.
Davide Astori

Davide Astori

Grave lutto nel mondo del calcio. E' morto nella notte tra sabato e domenica Davide Astori, 31 anni, difensore e capitano della Fiorentina, convocato più volte anche in Nazionale. Il decesso è avvenuto per arresto cardiocircolatorio in un albergo di Udine dove la compagine viola era in ritiro, in vista della odierna partita di campionato di Serie A contro l'Udinese. Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dall'ufficio stampa della Fiorentina, domenica mattina Astori non si è presentato a colazione, mentre di solito era tra i primi a scendere. I compagni si sono insospettiti e hanno mandato un massaggiatore in camera sua (il calciatore dormiva da solo), che ha fatto la tragica scoperta.

Unanime il cordoglio del mondo del calcio. Giovanni Malagò, presidente del Coni e commissario straordinario della Lega di serie A, dopo contatti con le altre componenti dell'universo calcistico italiano, ha sospeso e rinviato a data da destinarsi le restanti partite di Serie A e Serie B (alcune si erano già disputate sabato) in programma domenica. Su tutti gli altri campi si osserverà un minuto di silenzio.

Martedì 6 marzo si svolgerà l'autopsia sul corpo del giovane atleta, disposta dal procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolo, che ha aperto un procedimento penale con ipotesi di omicidio colposo, ovviamente a carico di ignoti. La Procura ha anche disposto l'acquisizione della documentazione sanitaria relativa ad Astori in possesso della Fiorentina. "È un dovere accertare se la morte di Astori è avvenuta per tragica fatalità o se qualcuno avrebbe dovuto percepire qualcosa", ha aggiunto De Nicolo, anche se "in questo momento non c'è nessuna responsabilità di qualcuno".

I familiari sono arrivati a Udine domenica mattina: la compagna Francesca Fioretti è poi ripartita per Firenze, dove vive con la figlioletta di due anni. I funerali del capitano si svolgeranno giovedì nella Basilica di Santa Croce e saranno celebrati dall'arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori; la camera ardente sarà allestita al centro tecnico di Coverciano da mercoledì.

*** AGGIORNAMENTO DEL 6 MARZO

L'autopsia svolta a Udine ha confermato che Astori è morto nel sonno probabilmente per una "bradiaritmia", in pratica un naturale rallentamento del battito cardiaco, che però sotto una certa soglia può generare aritmie (sostitutive del battito normale) che in alcuni casi possono portare alla morte.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: