mercoledì 29 novembre 2017
La lotta contro il cyberbullismo va avanti. A partire da un video che spiega ai ragazzi il problema e tutte le ripercussioni che il fenomeno può avere sulle vite delle persone

Nel giugno 2017 è entrata in vigore la legge Ferrara 71/2017, la cosiddetta "Legge Anti-cyberbullismo" che conferisce nuovi e più efficaci strumenti di tutela per le vittime di abusi avvenuti in Rete.

In effetti, come ogni legge che si rispetti, il provvedimento contro i cyberbulli è piuttosto strutturato e i lunghi paragrafi infarciti di termini tecnici non sono di immediata comprensione, soprattutto per i i più giovani (che però sono quelli che dovrebbero conoscere meglio ogni singolo punto). A questo problema ha voluto rimediare la campagna Cyberesistence, promossa in concomitanza con l'entrata in vigore della legge da Web Stars Channel in collaborazione con il Professor Luca Bernardo (Direttore della casa Pediatrica dell'Ospedale Fatebenefratelli Sacco) e l'Avvocatessa Marisa Maraffina, esperta di rati informatici.

L'iniziativa ha già fatto parlare di sé questa estate grazie alla campagna social ha visto l'impegno in prima persona di YouTuber come la SabriGamer e i Mates, autentici idoli dei teenager che hanno sfruttato la loro popolarità per dire basta ai soprusi dei bulli da tastiera.

Ora però è giunto il momento di una nuova fase e il 29 novembre 2017, in collaborazione con l'assessorato al welfare della Regione Lombardia, Cyberesistance ha presentato un nuovo video.

Questa volta si tratta di un breve cartone realizzato dal Videomaker Daniele De Luca, in arte Fandoniah, che spiega in modo semplice e divertente le novità apportate dalla Legge Anti-Cyberbulli.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: