lunedì 16 aprile 2018
Altri 3 sono rimasti feriti. Il commando armato era a bordo di una motocicletta ed è poi fuggito
Membri della comunità cristiana di Quetta scandiscono slogan di protesta mentre trasportano i corpi delle due vittime (Ansa)

Membri della comunità cristiana di Quetta scandiscono slogan di protesta mentre trasportano i corpi delle due vittime (Ansa)

Almeno due cristiani sono morti e tre sono rimati feriti in Pakistan nell'attacco di un commando armato vicino a una chiesa di Quetta, capoluogo della provincia di Baluchistan. Lo riferisce l'agenzia AsiaNews.

Il commissario di polizia, Abdur Razzaq Cheema, ha precisato che l'attacco è avvenuto quando i fedeli erano appena usciti dalla chiesa per la messa domenicale nel quartiere cristiano di Isa Nagri vicino a Brewery Road. Un commando armato a bordo di due motociclette ha sparato contro di loro per poi darsi alla fuga. Cinque persone sono rimaste ferite, due sono decedute in ospedale.

La moglie di una delle vittime del raid contro i cristiani domenica scorsa a Quetta (Ansa)

La moglie di una delle vittime del raid contro i cristiani domenica scorsa a Quetta (Ansa)

Il ministro dell'Interno, Mir Sarfaraz Bugti, ha condannato l'attentato e promesso risposte rapide. La comunità cristiana ha tenuto una manifestazione di protesta, chiedendo maggior attenzione dal governo provinciale e l'arresto immediato degli attentatori.

Si tratta del terzo attacco omicida contro i cristiani in pochi mesi a Quetta. Lo scorso 2 aprile, Lunedì dell'Angelo, un commando armato aveva sparato contro un gruppo di cattolici che viaggiavano su un risciò a motore, uccidendone quattro. A dicembre almeno 9 cristiani erano rimasti uccisi nell'attacco a una chiesa metodista rivendicato dal Daesh.

Cristiani di Quetta scandiscono slogan di protesta mentre trasportano i corpi dei due cristiani uccisi (Ansa)

Cristiani di Quetta scandiscono slogan di protesta mentre trasportano i corpi dei due cristiani uccisi (Ansa)

© Riproduzione riservata