martedì 13 giugno 2017
«Qui ci sono energie civili ed ecclesiali prorompenti; per quanto ci riguarda, risponderemo alla nostra missione se saremo in grado di aiutare questi luoghi a costruire un protagonismo permanente
Presentata la festa di Avvenire: 5 serate sui temi forti dell'attualità

«Qui ci sono energie civili ed ecclesiali prorompenti; per quanto ci riguarda, risponderemo alla nostra missione se saremo in grado di aiutare questi luoghi a costruire un protagonismo permanente, ad accompagnare un processo di sviluppo che è già partito». Così ieri a Matera il direttore di 'Avvenire', Marco Tarquinio, ha evidenziato le finalità alla base della scelta di svolgere nella Capitale europea della cultura 2019 una Festa nazionale del quotidiano cattolico.


L’evento è stato voluto dall’arcidiocesi guidata da poco più di un anno da monsignor Antonio Giuseppe Caiazzo. Nel solco delle otto feste di 'Avvenire' sparse per il Paese, quella materana, che si svolgerà nei rioni Sassi dal 26 al 30 giugno, avrà un programma particolarmente ricco. La giornata inaugurale – 'Chiesa e mondo' – sarà aperta dal segretario generale della Cei, Nunzio Galantino; il 27 giugno – 'Lo sviluppo del Mezzogiorno' – interverranno, tra gli altri, il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico, i presidenti delle Regioni Basilicata e Puglia, Marcello Pittella e Michele Emiliano, e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Enrico Letta, Giulio Tremonti e il presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo daranno vita alla serata sul 'Mediterraneo e il mondo che cambia: il fenomeno migratorio'. Di 'Famiglia, giovani e lavoro' si parlerà il 29 anche con il sottosegretario del Miur Vito De Filippo e il presidente dell’Anci Antonio De Caro.


Suggestiva l’ultima sera: il tema 'Il Papa visto da vicino' sarà sviluppato dai cardinali Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, e Lorenzo Baldisseri, segretario del Sinodo dei vescovi, dal vescovo di Albano, Marcello Semeraro, e da padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi.


Lo stesso giorno sarà ospite il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. «La Festa unirà sforzi e idee di tutti i vescovi lucani – ha sottolineato Caiazzo, riferendosi alla presenza nelle cinque serate dei confratelli di Potenza, Acerenza, Tursi, Tricarico e Melfi –. E diventa occasione per riflettere e sentirci parte attiva di processi, come quello migratorio, che 'Avvenire' ogni giorno racconta con coraggio». L’evento è sostenuto da Cooperativa Auxilium, Bcc di Alberobello e Sammichele di Bari e Bawer.

© Riproduzione riservata