mercoledì 8 giugno 2016
Il nuovo dicastero  sarà dedicato a Carità, Giustizia e Pace, e assorbirà anche “Cor Unum”, “Migranti e itineranti” e “pastorale degli operatori sanitari”. Padre Lombardi: in discesa la riforma della Curia
Dal C9 via libera al nuovo dicastero

Dal Consiglio dei nove cardinali (C9) è arrivato il via libera per il quarto nuovo dicastero che sarà dedicato a Carità, Giustizia e Pace, e assorbirà anche “Cor Unum”, “Migranti e itineranti” e “pastorale degli operatori sanitari”.

La riforma della Curia La notizia è arrivata dopo che si è conclusa la 15esima riunione del Consiglio dei nove cardinali con il Papa e «la sensazione è che l'esame della Riforma della Curia, prendendo in considerazione un dicastero dopo l'altro, ora sia più in discesa» ha precisato il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi. Le valutazioni del C9 sui dicasteriPadre Lombardi ha reso noto che sono stati consegnati al Papa i risultati delle valutazioni del C9 su diversi dicasteri. In particolare si tratta della Dottrina della fede, del Culto Divino e Disciplina dei Sacramenti, Cause dei Santi, Istituti di vita consacrata e Società di vita apostolica. Stando alle parole del portavoce vaticano alcuni criteri seguiti per questi risultati sono stati «Semplificazione, armonizzazione dei compiti e dei diversi organismi, possibili forme di decentralizzazione in rapporto alle Conferenze episcopali».

La riforma dei media della Santa SedeIl prefetto della Segreteria per la Comunicazione, monsignor Dario Edoardo Viganò, ha illustrato al C9 l’avanzamento della riforma del sistema comunicativo della Santa Sede e il ripensamento in corso sia dell’organizzazione del lavoro sia dei processi di produzione e sul processo di integrazione, in particolare della Radio Vaticana e del Centro Televisivo Vaticano nell’anno in corso. Il Consiglio, ha detto padre Lombardi, ha espresso gratitudine e ha incoraggiato a procedere nel cammino intrapreso.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: