Disabilità. Mondiali di calcio per ragazzi Down: Italia campione del mondo


I.Sol. mercoledì 19 aprile 2017
A Viseu (in Portogallo) finisce in gloria: è trionfo iridato per gli azzurri che hanno partecipato al mondiale di calcio a cinque per ragazzi affetti dalla sindrome di Down
Mondiali di calcio per ragazzi Down: Italia campione del mondo

“Campioni del mondo! Abbracciamoci forte e vogliamoci tanto bene”: l’Italia del calcio è di nuovo campione del mondo. È stata la nazionale italiana di calcio a 5 formata da persone con sindrome di Down a vincere il titolo mondiale in Portogallo, a Viseu, sconfiggendo in finale i padroni di casa lusitani per 4 a 1.
La prima edizione dell’appuntamento iridato è iniziata sabato 8 aprile: coinvolte le nazionali di Portogallo, Brasile, Messico, Sud Africa e Italia, favorita insieme a quella padrona di casa e reduce dalla vittoria dei Trisome Games – le “Olimpiadi” degli atleti con sindrome di Down – disputati a Firenze nel luglio del 2016.

Nel video il servizio di Tv2000 sulla vittoria degli azzurri



“Che bello vederli giocare a calcio – ha dichiarato a Torino Sportiva il tecnico Roberto Signoretto, allenatore degli azzurri insieme a Gianluca Oldani ed Edoardo Scopigno – Vincere il mondiale è stata la classica ciliegina sulla torta, un’emozione immensa, ma soprattutto un evento che garantirà l’ulteriore sviluppo del nostro settore calcistico riservato ad atleti con sindrome di Down. I ragazzi sono stati magnifici, il gruppo unito fin da subito alla ricerca di un risultato importante, che ci eravamo prefissati alla vigilia e che siamo riusciti con forza a raggiungere. Sono orgoglioso dei miei ragazzi”.



Un pareggio (4-4 al debutto proprio contro il Portogallo), due goleade (entrambe contro il Messico) e la ciliegina sulla torta messa con la conquista della finalissima. Le soddisfazioni non sono finite qui, alla straordinaria prova di gruppo si aggiungono i riconoscimenti individuali di miglior portiere (Francesco Leocata) e miglior marcatore (Luca Magagna).

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: