mercoledì 6 giugno 2012
​Stando ai dati consegnati oggi dall'assessorato comunale alle Politiche sociali, nel capoluogo lombardo si stima la presenza di una popolazione canina compresa tra le 100 e le 120 mila unità, contro gli 83.605 bambini di età compresa tra 0 e 6 anni

​A Milano vivono più cani che bambini: stando ai dati consegnati oggi dall'assessorato comunale alle Politiche sociali, nel capoluogo lombardo si stima la presenza di una popolazione canina compresa tra le 100 e le 120 mila unità, contro gli 83.605 bambini di età compresa tra 0 e 6 anni.  In generale i milanesi sono sempre più vecchi e sempre più multietnici: cresce infatti l'incidenza degli stranieri, registrando un +3,3% tra il 2006 e il 2010. Al 1 gennaio 2011 gli stranieri residenti sono 217.324, pari a circa il 14%. Si stima poi che siano 225 mila i cittadini in condizioni dipovertà relativa (108 mila famiglie). 

Per quanto riguarda il bilancio dell'assessorato, cresce la spesa da parte di Palazzo Marino per i sussidi a sostegno del reddito: dai 14,5 milioni di euro del previsionale 2011 ai 24,4 del 2012. Sono 4,2 i milioni per il fondo anticrisi, mentre cresce di 8,5 milioni la spesa a sostegno degli anziani. Sale pure il bilancio dell'area disabilità, passando da 37,7 milioni a 41,6.  "Abbiamo riassorbito con manovre interne i tagli dei fondi di Stato e Regione, circa 14-15 milioni, riducendo ad esempio i fondi per eventi su 'azioni della salutè", ha spiegato l'assessore Pierfrancesco Majorino che ha indicato la strada del 'fund raising' sia per le campagne di comunicazione sia per finanziare interventi a favore del mondo della disabilità.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: