venerdì 9 febbraio 2018
Una doppia avventura iniziata nel 1998 per volontà della Conferenza episcopale italiana e che col tempo si ha allargato gli orizzonti su internet.

Tv2000 e InBlu Radio compiono 20 anni. Era il 1998 quando la Conferenza episcopale italiana diede vita alla prima messa in onda delle due emittenti. Oggi Tv2000, nella fascia della mattina, è la 9ª rete nazionale mentre inBlu Radio è un network che raggruppa un centinaio di emittenti che diffondono il segnale in tutta Italia. Ai festeggiamenti ha presso parte anche Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che è stato intervistato da Lucia Ascione nel programma "Bel tempo si spera".

Galantino ha parlato del clima nel quale si sta sviluppando la campagna elettorale, auspicando che ci siano «persone, parole, movimenti, partiti che aiutino l'Italia a far emergere le cose belle. Tra le cose belle in Italia - ha aggiunto monsignor Galantino - ci
sono uomini e donne che nonostante la depressione economica, l'urgenza morale, sociale e politica hanno voglia di andare avanti. E come Chiesa dobbiamo dare voce a tutto questo. Se vediamo un piccolo seme che sta germogliando non possiamo non
accompagnarlo. E i nostri media (Tv2000-InBlu Radio-Avvenire-Agensir) sono attenti ai piccoli segni di vita che purtroppo non fanno audience. Ma non ci preoccupiamo e andiamo avanti. Perseveriamo perché sappiamo che la vita ha bisogno di cura e non di grida. La vita ha bisogno di pioggia e non di torrenti che danneggiano".

Paolo Ruffini: una scommessa azzardata che oggi è realtà

“Grazie al lavoro di una squadra giovane e affiatata – sottolinea il direttore di rete, Paolo Ruffini all'Agenzia Sir – quel che venti anni fa poteva sembrare a qualcuno una scommessa azzardata, oggi è una realtà”. “È una alternativa di senso. È una tv – aggiunge – che non ha perso la memoria, ma non ha paura di misurarsi con il proprio tempo. È una comunità di radio. È una galassia social. È un’offerta multimediale di qualità in un universo spesso senza qualità”.

Da Sat2000 a Tv2000

Dal 9 febbraio 1998 al 13 settembre 2009 il canale televisivo si è chiamatoSat2000” in riferimento al fatto che trasmetteva solo via satellite, anche se alcuni programmi erano visibili in analogico grazie a degli accordi con emittenti locali. Nel giugno del 2009, poi l’avvio di un graduale restyling al canale, terminato tre mesi dopo con la ridenominazione della rete in Tv2000. Il primo direttore (dal 1998 al 2005) è stato Emmanuele Milano, già direttore di Rai 1 e successivamente di Telemontecarlo. A seguire fino al 2014, la rete è stata diretta da Dino Boffo mentre l’informazione da Stefano De Martis. Dalla primavera del 2014 il nuovo direttore delle due emittenti è Paolo Ruffini, e il direttore dell’informazione, Lucio Brunelli. La carica di direttore generale è stata affidata a Lorenzo Serra mentre quella di amministratore delegato a Massimo Porfiri che dal 2018 riunisce le due cariche.

InBlu Radio, informazione e approfondimento

InBlu Radio, con qualche giorno di anticipo rispetto alla tv grazie al contributo di uno dei fondatori Franco Mugerli, il 26 gennaio 1998 iniziava a trasmettere i primi programmi con il nome ‘Blusat2000’. Era “un’agenzia radiofonica promossa dalla Cei per offrire servizi di informazione, programmi musicali e di intrattenimento alle emittenti radiofoniche presenti su tutto il territorio nazionale”. Venivano ritrasmessi i radiogiornali in lingua italiana di Radio Vaticana, alcuni eventi e le celebrazioni pontificie. L’informazione, l’approfondimento, la musica, la cultura, il sociale, gli eventi del Papa sono i cardini di una radio che nel tempo si è strutturata divenendo una realtà importante nel panorama radiofonico.

Orizzonte allargato anche al web con siti, app e social

“Nel corso degli anni – si legge in una nota – le due emittenti hanno allargato l’orizzonte anche al web con siti, app e social. Tv2000 solo nell’ultimo anno è stata vista in streaming da oltre 33 milioni di utenti unici, registrando 88 milioni di visualizzazioni su YouTube. Sono invece 255mila i fan su Facebook e oltre 30mila i follower su Twitter”. Tra le novità la presenza dell’emittente su ‘News Republic’ e ‘Paper.li’ e sul fronte dei contenuti aggregati, innovativa l’esperienza di web storytelling del sito Tv2000 WebDoc.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: