Passa a livello superiore
Accesso

Storico abbraccio tra Francesco e Kirill

“Abbiamo parlato come fratelli, abbiamo lo stesso battesimo, siamo vescovi": "l'unità si costruisce camminando" queste le parole di Papa Francesco al termine dello storico incontro con il patriarca russo avvenuto all’aeroporto dell’Avana a Cuba. "Finalmente!", è la parola, in italiano, pronunciata da Francesco, al momento del caloroso abbraccio. A un certo punto Kirill ha anche affermato: "Ora le cose sono più facili". E il Papa, in spagnolo, subito tradotto in russo dall'interprete: "È più chiaro che questa è la volontà di Dio".
Dichiarazione congiunta: stop alle persecuzioni dei cristiani (Stefania Falasca)
EDITORIALE Un segno profetico (Enzo Bianchi) | ANALISI Chiesa ortodossa russa i lavori in corso della fede (Fulvio Scaglione)

Il Papa alla scuola della Morenita

​Il Papa arrivato in Messico. Oggi pomeriggio la consacrazione del Giubileo alla Vergine di Guadalupe, la casa di Maria simolo di un popolo che chiede pace, giustizia e solidarietà.
Il vescovo Lira: «Vitamina per l'intero Paese»
LA SCHEDA La Vergine di Guadalupe, patrona del Messico

Addio a Giulio, «senza giustizia non c'è pace»

​​L'omelia del parroco, amico personale del giovane ucciso in Egitto. Le sue parole tradotte anche in inglese per gli amici di Regeni. I funerali nella palestra comunale, ma tanta gente non è riuscita ad entrare.

Roma, il centrodestra candida Bertolaso

​L'ex capo della Protezione civile ha sciolto le riserve dopo che Berlusconi è riuscito a far convergere anche la Lega sul suo nome. Ma nella coalizione restano malumori.

Daesh, Valls: ci aspettiamo nuovi attacchi

​​Il premier francese alla conferenza Ue sulla sicurezza: "siamo in guerra perché il terrorismo ci combatte". Sulla Siria botta e risposta con il russo Medveded.
Il direttore risponde
Marco Tarquinio
La rubrica
Umberto Folena
IL VANGELO
Le tentazioni? Non si evitano, sono da «attraversare»
Anniversari
E Barsotti disse: «Cerco Dio solo»
Dibattito
Il millenarismo teofobico di Sansal
Anticipazione
Schmitt, la mia notte di fuoco

Siria, accordo per il cessate il fuoco

A Monaco di Baviera nella notte raggiunta un'intesa tra le delegazioni di 17 stati: stop alle armi entro sette giorni per consentire l'accesso degli aiuti umanitari. In cinque anni di conflitto 260mila morti, metà popolazione ha lasciare la casa.

Unioni civili, in Senato il rischio "canguro"

​​Renzi: il Parlamento decide il voto. Cei: non entriamo in dettagli tecnici. Otto deputati dem per stralciare le adozioni, il Pd pensa alla norma taglia tutto. L'OSPITE Unioni civili, gli attacchi alle parole di Bagnasco (Paola Binetti) 

Da Sanremo una sfida per la vita

Il cantante ​Alessio Bernabei e quella maglietta per Lara, malata di leucemia. Al festival anche una rassegna dedicata alle categorie fragli. Stasera in gran finale, e per i giovani vince Francesco Gabbani.

Povertà, torna la Giornata del farmaco

​Sabato 13 febbraio sarà possibile donare medicinali da banco ai più bisognosi. Nel 2015 aiutate 700mila persone, cresce il numero di chi non riesce a curarsi.

Dai lettori mezzo milione per il Kurdistan

L’aiuto della Focsiv per il Kurdistan. Il presidente: «creare lavoro per chi resta, accompagnare chi se ne va»
IL PROGETTO | I CONTRIBUTI

Caiazzo nuovo arcivescovo di Matera-Irsina

Don Antonio Giuseppe Caiazzo, calabrese di Isola Capo Rizzuto, 60 anni il prossimo aprile, è stato parroco della comunità di San Paolo, a Crotone.

Milano, 23mila famiglie in attesa di una casa

​Troppi in coda per un alloggio popolare. Il paradosso del capoluogo lombardo: 70mila spazi sfitti di cui 10mila di proprietà pubblica.

Assenteismo, 62 indagati ad Acireale 

​Vasta operazione contro i furbetti del "cartellino". Inchiesta partita dalle segnalazioni dei cittadini che trovavano gli uffici deserti. Il sindaco: il Comune parte civile.

Bcc, cantiere ancora aperto

Il testo potrebbe cambiare già prima dell’approdo in Parlamento.
EDITORIALE Buon passo da raddrizzare (Leonardo Becchetti)

Lavoro in carcere. Torna il segno più

Il Dap: fondi in aumento dopo anni, ora dietro le sbarre cresce l’occupazione.
popotus-prima.png