Passa a livello superiore
Accesso
Chiesa
La strage a Bruxelles
I vescovi belgi: preghiamo per le vittime
 
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

​​
2016-premio-candida-300x125.gif
​​I vescovi del Belgio esprimono la loro "costernazione" per gli attacchi a Bruxelles. "I vescovi - fa sapere il direttore dell'ufficio stampa della Conferenza episcopale belga, padre Tommy Scholtes - condividono l'angoscia di migliaia di viaggiatori e le loro famiglie, gli addetti all'aviazione e le equipe di soccorso che si ritrovano ancora una volta in prima linea. Affidano alla preghiera tutta questa nuova situazione drammatica, in particolare le vittime". La Conferenza episcopale fa inoltre sapere che i cappellani dell'aeroporto sono tutti al servizio.

Il Belgio oggi si chiude nel silenzio e nella preghiera. Alle 12 le campane di tutte le Chiese e cappelle del Paese suoneranno a morto come segno di profonda tristezza ma anche di speranza. Dopo gli  atroci attentati di ieri mattina a Bruxelles, i vescovi del Belgio chiedono a tutti i fedeli di osservare un minuto di silenzio in memoria delle vittime questo mercoledì alle 12. E dopo questo tempo di silenzio i vescovi chiedono anche che le campane di tutte le Chiese e di tutte le cappelle del Belgio suonino a morte per qualche minuto come segno di una “profonda tristezza” e al tempo stesso come segno di “speranza”. “Vogliamo fare nostre – scrivono i vescovi – le parole della preghiera di San Francesco di Assisi: ‘Fai di noi strumenti della tua pace'”.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza