Passa a livello superiore
Accesso
Politica
Verso le comunali
Bertolaso vince, la Lega si smarca
 
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

2016-premio-candida-300x125.gif
Il giorno dei 50mila voti per Guido Bertolaso sindaco di Roma è anche l'ennesimo giorno di caos nel centrodestra. Un caos che ha nella Capitale il suo snodo cruciale ma che rischia seriamente di propagarsi per tutta la penisola, in città come Torino o Bologna, frantumando l'alleanza Fi-Lega-Fdi. Le distanze tra i tre partiti, appaiono infatti invariate, con Silvio Berlusconi fermissimo nel sostenere l'ex numero uno della Protezione Civile, Matteo Salvini più che mai convinto nel bocciarlo e Giorgia Meloni nella posizione forse più delicata: pronta a candidarsi con l'appoggio leghista ma ancora legata a Bertolaso e alla volontà dell'ex premier. La rottura a questo punto sembra insanabile: ci saranno due candidati per il centrodestra: Bertolaso e Meloni.  
 
Anche perché la soluzione del ticket Meloni-Bertolaso, con la prima sindaco e il secondo city manager pronto a subentrarle nelle settimane a cavallo della nascita del suo bambino è, al momento, lontanissima: "Il ticket è improponibile, non faccio operazioni per conto di altri", afferma Bertolaso, assicurando di poter andare avanti anche senza Salvini, chiedendo di anticipare a fine aprile le elezioni e annunciando i quasi 50mila votanti (con il 96,7% dei sì) stimati dopo due giorni di consultazioni. A scatenare le polemiche una frase poco felice di Bertolaso sul fatto che la Meloni in questo momento dovesse pensare a fare la mamma e non alla campagna elettorale. Un passo falso che gli ha attirato non poche critiche. "Io non voglio polemizzare. Dico solamente con garbo e orgoglio a Guido Bertolaso che sarò mamma comunque e spero di essere un'ottima mamma, come lo sono tutte quelle donne che tra mille difficoltà e spesso in condizioni molto più difficili della mia riescono a conciliare impegni professionali e maternità", ha replicato oggi l'esponente di Fdi.

Intanto anche a Milano c'è polemica sulle accuse lanciate contro la candidata Patrizia Bedori del M5S. Dopo il ritiro dalla corsa come candidata sindaco alle comunali di Milano, Bedori si è tolta oggi "qualche sassolino dalla scarpa" con un lungo post sulla sua pagina Facebook. L'ex candidata ha riposto prima di tutti a chi l'ha chiamata "casalinga e disoccupata per offendermi, volevo dirvi che per me non sono offese".
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza