Questo sito usa cookie di terze parti (anche di profilazione) e cookie tecnici. Continuando a navigare accetta i cookie. Cookie policy
Agorà

Archeologia. Trovate in Spagna impronte fossili di Neanderthal: hanno 100mila anni

Redazione Agorà martedì 20 aprile 2021

Le impronte dei Neanderthal trovate in Spagna

Circa 100.000 anni fa, durante il Pleistocene superiore, un gruppo di Neanderthal con bambini al seguito camminava lungo la costa del sud della Spagna, lasciando impronte di piedi mentre si muovevano sulla sabbia. E secondo i ricercatori alcune, la cui disposizione è molto caotica, sono state lasciate da giovani che saltavano, come se giocassero o ballassero in riva all'acqua.

Due biologi hanno scoperto le impronte mentre passeggiavano lungo la spiaggia di Matalascañas, nel Parco Nazionale di Doñana, lo scorso giugno. Come scrivono i paleontologi guidati da Eduardo Mayoral dell'Università di Huelva per la rivista di divulgazione scientifica "The Conversation", hanno indagato il sito poco dopo, trovando un gran numero di tracce fossili di animali (presumibilmente fatte da cervi, cinghiali, bovini estinti noti come uro e uccelli acquatici) e almeno 87 impronte di Neanderthal. Il team ha pubblicato i suoi risultati nella rivista Scientific Reports a marzo.

I ricercatori hanno usato attrezzature speciali per scansionare le impronte e determinare le loro dimensioni e profondità, indicatori chiave dell'altezza e dell'età dei "proprietari" e sono arrivati alla conclusione che si tratta di un totale di 36 individui, tra cui 11 bambini e 25 adulti, dei quali 5 erano donne, 14 erano maschi mentre per 6 è stato impossibile determinare il sesso. In media, erano alti tra i 120 e 150 centimetri.

Sempre su "The Conversation", gli autori suggeriscono che i Neanderthal abbiano lasciato le impronte mentre cacciavano uccelli e piccoli carnivori, pescando vicino a una pozza d'acqua comune, o cercando molluschi. Un evento che gli studiosi hanno datato a circa 106.000 anni fa. Nel 2019 a Le Rozel, in Francia, sono emerse 257 impronte di Neanderthal datate a circa 80.000 anni fa. Le impronte di Matalascañas le precedono di decine di migliaia di anni e secondo Mayoral e i suoi colleghi potrebbero essere le più antiche tracce di ominidi di Neanderthal in Europa, e forse anche nel mondo.