cattolici e politica

Edo Patriarca
Per ricucire, tessere relazioni, animare le comunità servono tempo e pazienza
Francesco D'Agostino*
Fare politica come cristiani in una realtà provocante
Sandro Campanini*
Perché l’esperienza cristiana non si riduca a un fatto «privato»
Erio Castellucci
Chi può decidere le modalità, i tempi e gli strumenti per questa auspicabile nuova stagione di impegno politico dei cattolici? Non certamente i pastori da soli. Ma nemmeno i laici da soli
Angelo Moretti
A 100 anni esatti dall’appello di don Sturzo «agli uomini liberi e forti» viviamo, forse per la prima volta da allora, il paradosso di non sapere dove siano finiti i politici ...
Alessandra Servidori
Chiedo ospitalità per brevi riflessioni legate ai vari contributi apparsi sul giornale sul tema dell’opportunità per i cattolici ...
Giorgio Merlo
Sia chiaro, nessuna deriva clericale, nessun partito confessionale o 'dei vescovi' e, nello specifico, nessun 'partito dei cattolici'
Alessandro Rosina
Ci sono almeno tre motivi per ritenere attuale l’appello ai Liberi e Forti ispirato cento anni fa dal pensiero e dalla visione di don Sturzo
Vincenzo Bova
Da qualche mese pare proporsi una rinnovata attenzione alla storica questione della presenza dei cattolici italiani nella sfera della politica
Luca Diotallevi, sociologo Università di Roma Tre
Servono leader e servono però anche tanti uomini e tante donne liberi e forti, capaci di assumere ciascuno e ciascuna un pezzo di responsabilità politica
Pierluigi Castagnetti*
L’idea centrale che il popolarismo porta alla politica di quegli anni è stata la lotta al centralismo e la valorizzazione dell’autonomismo comunale e regionale
Roberto Rossini
È possibile ancora parlare del popolo in termini positivi? È possibile che il popolo possa ancora essere un soggetto positivo della nostra storia politica?
Luigino Bruni
L’«Appello ai Liberi e Forti» di Luigi Sturzo fu un atto autenticamente profetico, e quindi ancora capace di ispirare la lettura del nostro tempo e l’azione...
Matteo Truffelli
Il presidente dell’Azione Cattolica: non sembra ci siano le condizioni ecclesiali per un partito dei cristiani. Non si può ignorare che larga parte dei credenti si riconoscono nelle forze al governo
Giorgio Campanini
Due sono le vie percorse in passato: la via del «prepolitico», l’azione in campo sociale, e la via del partito di ispirazione cristiana. Questa è la scelta dinanzi a noi ed è necessario decidere
Camillo D'Alessandro
I cattolici italiani devono sapersi schierare, senza ambiguità, su questioni essenziali: nessuno è solo, l’accoglienza è umanità
Gabriella Cotta
I cattolici, e in generale i cristiani, possiedono la ricchezza di una visione 'metafisica' capace di leggere il reale oltre il mero, pragmatico, utilitarismo
Lorenzo Dellai
Si torna a discutere di cattolici italiani e politica. Ne parlano – nel loro ruolo – i nostri vescovi; se ne discute in tanti incontri...
Donatella Porzi
C’è bisogno dei cattolici, nella società e nella politica. Ce n’è bisogno, attraverso i valori della dottrina sociale della Chiesa, potrà ripartire e riaffermarsi la democrazia e la libertà...
Giorgio Merlo
La necessità di avere uno strumento politico e organizzativo capace di raccogliere la sfida che proviene da settori consistenti dell’area cattolica italiana si fa più stringente...
Teresa Piccione
Ho letto con interesse l’intervista a Ernesto Preziosi, persona che stimo e con cui ho condiviso l’esperienza parlamentare nella trascorsa legislatura, pubblicata dal suo giornale il 28 ottobre ...
Mario Giro
Nella grande confusione cacofonica creata (ad arte) dal bipolarismo dell’odio e del disprezzo, è necessario uno spazio libero dalle parole cattive e dalle tecniche della derisione dell’avversario
Giorgio Merlo
È indubbio che sta emergendo in tutto il Paese una domanda di politica che non può essere respinta con indifferenza e qualunquismo
Giorgio Campanini
La via privilegiata da percorrere sembra essere quella di una Fondazione nazionale, seguita da un Manifesto programmatico
Gianni Bottalico
Occorre saper resistere a una duplice tentazione: da una parte lo scontro frontale, la demonizzazione, e dall'altra parte la tentazione dell'imitazione
Giorgio Girelli
È utile una riflessione sulle condizioni attuali e su quelle in cui De Gasperi si trovò ad operare per risollevare le sorti d’Italia dopo la terribile Seconda guerra mondiale
Vittorio Possenti
L’irrilevanza dei cattolici in politica è tema antico. Senza un’unità di intenti, di proposta, di azione su nuclei centrali non si può incidere
Paola Binetti
I cattolici sono liberi di scegliere, tra le opinioni politiche compatibili con la legge morale naturale, quella che secondo il proprio criterio meglio si adegua alle esigenze del Bene comune
Mimmo Muolo
Un percorso da fare senza formule preconfezionate
Francesco D'Agostino
Superare la marginalità mostrando che il bene esiste
Luca Diotallevi
Dentro profonde e drammatiche tensioni sociali, con il 'contratto' tra Movimento 5 Stelle e Lega si apre una stagione politica nuova
Marco Tarquinio
I cattolici in Italia, nei primi decenni del XXI secolo, hanno raddoppiato e reso persino incandescente l’impegno sociale e raffreddato e ridotto all’osso l’impegno politico
Carlo Cardia
Pochi si sono interrogati sul voto dei giovani. Sul piano politico, del vero protagonismo, essi sono silenziosi, ma questo silenzio sembra non interessare
Francesco D'Agostino
Alla disfatta elettorale del cattolicesimo democratico va aggiunta quella di tutti i cattolici impegnati, in un modo o nell’altro, in politica
Giorgio Campanini
L’ormai imminente appuntamento delle elezioni politiche del 2018 impone ai cattolici impegnati – di ogni età – un serio problema di coscienza
Giorgio Campanini
Il duplice, articolato intervento del vescovo Gastone Simoni – uno dei protagonisti del rinnovamento postconciliare – ha richiamato la vexata quaestio del rapporto tra cristiani e politica
Gastone Simoni*
Il desiderio di un partito che coniughi di nuovo il sistema dello Stato di diritto e della democrazia rappresentativa e partecipativa con l’ispirazione cristiana, quella vera...
Gastone Simoni*
Caro direttore. vorrei affidare ad 'Avvenire' alcune considerazioni e istanze sulla questione di una nuova politica di ispirazione cristiana, non perché essa sia, neppure per me ...
Giorgio Campanini
A più riprese, e con autorevoli interventi, sulle pagine di “Avvenire” è stato riproposto il problema del difficile dialogo...