Un nome che rivive nel nuovo minibus
giovedì 9 luglio 2020
Un omaggio alla moglie scomparsa e a una famiglia che tanto ha fatto per la città. È quello fatto da Paolo Fiaschi, storico ex presidente della Misericordia di Narnali – quartiere della periferia ovest di Prato –, per la quale presta servizio da oltre cinquant'anni, che ha deciso di donare un nuovo automezzo adibito al trasporto di anziani, disabili e malati. «Mia moglie, Annamaria Corsani, è stata sempre impegnata in Misericordia. Una persona umile, buona, che si è sempre prodigata per sostenere gli altri – dice Fiaschi con emozione –. Ho fatto questa donazione perché sento il dovere di far circolare il cognome della famiglia Corsani per le vie della città. Una famiglia attiva nella Misericordia da ben 300 anni».
Il mezzo, un furgone Peugeot, è stato inaugurato alla presenza del vescovo di Prato Giovanni Nerbini che lo ha benedetto. La Misericordia è presente nella frazione di Narnali dal 1913, conta 400 soci e una ventina di volontari attivi nel servizio. Questo evento è stato anche l'occasione per creare un momento di incontro tra confratelli e consorelle della sezione dopo il difficile periodo del lockdown. «Abbiamo voluto ricordare i volontari di tutte le Misericordie d'Italia che in questo periodo particolarmente delicato si sono dati da fare per i bisogni della popolazione», sottolinea il presidente della sezione Vito Basto.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI