lunedì 16 aprile 2018

Il luogo che conserva la sua eredità spirituale è un santuario dedicato alla dignità dell’uomo, un giardino di speranza custodito dai Pirenei. È qui che santa Bernardetta Soubirous nacque il 7 gennaio 1844, trascorrendovi un’infanzia non facile: senza istruzione, il suo unico “alfabeto” era quello scandito dalle decine del Rosario. L’11 febbraio 1858 andò a raccogliere legna con la sorella ma a causa della salute precaria rimase indietro: sul fiume Gave, dentro una grotta, le apparve una donna avvolta nella luce. La ragazza la rivide ancora e il 25 marzo la “signora” si qualificò come l’Immacolata Concezione, dogma dichiarato tale da Pio IX quattro anni prima. Ma di questo Bernardetta non poteva averne notizia. La fama per le apparizioni la spinse al nascondimento. Morì malata nel 1879.

Altri santi. San Drogone, eremita (1118-1189); san Contardo d’Este, pellegrino (1216-1249).

Letture. At 6,8-15; Sal 118; Gv 6,22-29.

Ambrosiano. At 8,5-8; Sal 77; Gv 5,19-30.

© Riproduzione riservata