Quando la sintesi manca d'arte resta solo un titolo fuorviante
martedì 20 luglio 2021
Quella del titolo è l'arte della sintesi estrema. Più l'articolo è complesso, più la sintesi è ardua e una certa approssimazione va messa in conto. Ma fino a un certo punto, una soglia che sembra infranta sul "Corriere" di ieri (19/7) nel titolo al servizio, a domande e risposte, di Silvia Turin che intervista l'immunologa Antonella Viola: «Chi ha fatto la doppia dose deve stare in quarantena. I vaccinati sono contagiosi». Però! Chi – ed è la maggioranza dei lettori – si accontenta del titolo e passa oltre questo capisce, né più né meno e può domandarsi: che mi vaccino a fare? Ma leggiamo bene. Domanda: «Una persona completamente vaccinata deve fare la quarantena se entra in contatto con una persona positiva?». Il titolo sembrerebbe dare una risposta precisa: sì. Invece: «Con la variante Delta il rischio di infettarsi è più alto, tuttavia con il vaccino il virus si replica meno e la carica virale si abbassa: nella stragrande maggioranze dei casi, quindi, le persone non saranno contagiose». Rileggiamo il titolo: «I vaccinati sono contagiosi».
Qualcosa non torna... La domanda viene replicata: «Un vaccinato positivo quanto è contagioso?». «Le possibilità che un vaccinato possa contagiare sono bassissime». E la quarantena che dal titolo sembrerebbe obbligatoria? «Dobbiamo dare un segnale chiaro a chi ha fatto le due dosi del vaccino: togliere la quarantena, ma ricordare che, con la variante Delta, è bene usare mascherina e distanziamento in presenza di persone non vaccinate. C'è un rischio, pure bassissimo, di contagiarle e farle ammalare». Poco prima l'esperta aveva affermato: «Quello che vediamo è che le persone vaccinate non si infettano allo stesso modo e nella gran parte dei casi non hanno sintomi. Questo significa che, se la carica virale è bassa, si hanno meno possibilità di contagiare gli altri». In sintesi: i vaccinati in doppia dose possono essere assai moderatamente "contagiosi" ma i contagi sono rarissimi; e senza obbligo di quarantena. Quel titolo è due volte fuorviante.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: