Puglia, per i poveri la "spesa sospesa"
sabato 4 luglio 2020
Il cuore solidale dei consumatori per aiutare i nuovi poveri angustiati dall'emergenza coronavirus. In Puglia è stato distribuito alle famiglie indigenti un quintale di cibo a chilometro zero, dalla pasta all'olio, dalla farina alla carne e al pesce, oltre a frutta, verdura e formaggi. I viveri sono stati donato alla parrocchia San Pio a Foggia e alla Cattedrale di Bari, come risultato dell'iniziativa "La spesa sospesa" di Campagna Amica, sul modello dell'usanza campana del "caffè sospeso" per l'avventore successivo. In questo caso i cittadini e le aziende che acquistano nei mercati e nelle fattorie di Campagna Amica o ricevono la spesa a domicilio possono decidere di devolvere qualche genere alimentare ai nuclei familiari in difficoltà. Le associazioni dei consumatori hanno avuto un ruolo fondamentale in questa iniziativa solidale, a cui ha aderito anche la Coldiretti. Fra i nuovi poveri ci sono coloro che hanno perso il lavoro, commercianti o artigiani costretti a chiudere l'attività, persone impiegate nel sommerso che non godono di sussidi, come pure lavoratori saltuari e a tempo determinato. Nei centri di distribuzione dei pacchi alimentari e alle mense della solidarietà si presentano persone e famiglie che mai prima d'ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI