I segni più semplici ma dirompenti della fede
sabato 8 dicembre 2018

I cristiani da sempre hanno il compito di essere “profeti nel cuore del mondo” attraverso i segni più semplici – ma dirompenti – della fede. Un mandato vissuto fino in fondo da santa Narcisa Martillo y Moràn. Nata il 29 ottobre 1832, a Nobol in Ecuador, da famiglia di contadini, rimase orfana a 19 anni e si trasferì a Guayaquil, lavorando come sarta e coltivando una profonda vita spirituale di preghiera e penitenza. Decise quindi di consacrarsi a Dio nella verginità, ma non volle entrare in monastero tra le Carmelitane Scalze come le aveva suggerito il vescovo di Cuenca, preferendo vivere nel mondo. Aiutava Mercedes Molina, oggi beata, nella gestione di un orfanotrofio e nel 1868 si spostò a Lima in Perù in un convento di terziarie domenicane, dove morì l'8 dicembre 1869. È santa dal 2008.
Altri santi. Sant'Eutichiano, papa (III sec.); san Natale Chabanel, martire (1613-1649).
Letture. Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria. Gen 3,9-15.20; Sal 97; Ef 1,3-6.11-12; Lc 1,26-38.
Ambrosiano. Gen 3,9a-b.11c.12-15.20; Sal 97; Ef 1,3-6.11-12; Lc 1,26b-28.

© Riproduzione riservata