sabato 10 ottobre 2015
Un apostolo dell'Africa, ma soprattutto un maestro delle missioni moderne e un padre per i più deboli, gli schiavi. Questo fu san Daniele Comboni, sacerdote che diede vita a una grande famiglia religiosa di missionari, i Comboniani. Nato a Limone del Garda nel 1831, fin da giovane si sentì chiamato alla missione in Africa. Nel 1854 divenne prete e nel 1857 partì con cinque compagni alla volta del Sudan: la prima missione fu un fallimento e Comboni rientrò a Roma. Ma l'esperienza insegnò molto e il sacerdote cominciò a pensare a un piano per portare il Vangelo all'Africa e mettersi al servizio della dignità umana in quel continente, piagato dalla tratta degli schiavi. Nel 1867 ripartì e pose la propria base al Cairo: le sue missioni erano un modello di emancipazione con studenti di colore guidati da insegnanti di colore. Fondò la rivista Nigrizia. Morì nel 1881.Altri santi. San Pinito di Cnosso, vescovo (II sec.); san Cerbone di Populonia, vescovo (VI sec.). Letture. Gl 4,12-21; Sal 96; Lc 11,27-28. Ambrosiano. Dt 18, 1-8; Sal 94; Eb 10,11-14; Lc 22, 24-30a / Gv 20,19-23.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: