La Via Crucis creata dai ragazzi
domenica 9 agosto 2020
Un gruppo di bambini, una bella idea e la voglia di mettersi in gioco, divertirsi e fare del bene. Il sorriso e la gioia dei piccoli… artisti coinvolti è il riscontro migliore per la realizzazione dei pannelli della Via Crucis del nuovo complesso parrocchiale "Santa Maria Goretti" a Mormanno, nel cuore del Parco nazionale del Pollino, coi ragazzi della scuola media cittadina guidati dalla professoressa Germana Armentano e gli ospiti della Casa di Zaccheo di Francavilla Marittima. È un Centro specialistico per la cura e la protezione di bambini e adolescenti in situazioni di maltrattamento. Caparbiamente voluto dal vescovo di Cassano all'Jonio Francesco Savino, accoglie minori (da 6 a 15 anni) vittime di abusi o gravi maltrattamenti provenienti da tutta Italia. C'erano anche e soprattutto loro a Mormanno, a lavorare tra bozze e disegni, creta e argilla. È stato l'artista Giuseppe Maraniello, che insieme all'architetto Mario Cucinella s'era aggiudicato il concorso pilota indetto dalla Cei nel 2011, a volere coinvolgere i bambini. Ha potuto seguirli solo a distanza, dal suo studio in Milano, ma è stato attento come se fosse in presenza. Al suo fianco Gianluigi Rizzello, giovane artista diocesano che ha preparato i pannelli in argilla e ne curerà la cottura, la smaltatura e la posa sulle pareti esterne della chiesa.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI