La svolta online del Fisco italiano
sabato 25 settembre 2021
Tra due giorni partirà una piccola grande innovazione, che potrebbe rivoluzionare il rapporto tra Fisco e cittadini italiani. Da lunedì, infatti, sarà possibile per i contribuenti interagire direttamente con i funzionari dell'Agenzia delle Entrate-Riscossione attraverso incontri in video collegamento. Il servizio di prenotazione degli appuntamenti è già attivo: ogni cittadino può fissare – in un giorno e in un'ora a scelta tra quelle disponibili – una videochiamata con l'Agenzia per chiedere informazioni o cercare di risolvere problemi relativi, per esempio, ai crediti verso il Fisco non rimborsati o alle richieste di rateizzazione dei debiti nei confronti dell'erario. Ma lo spettro delle possibilità legate al nuovo strumento è più ampio: in sostanza, tutte le pratiche che fino ad oggi potevano essere sbrigate solo mediante gli sportelli fisici potranno essere gestite dai contribuenti on line, comodamente da casa o dal posto di lavoro, collegandosi con l'Agenzia delle Entrate-Riscossione via pc o smartphone. Per poter attivare questo strumento, è sufficiente visitare il sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it, accreditarsi con SPID e seguire alcune semplici istruzioni. Provare per credere: l'ho fatto personalmente, prenotare un appuntamento è operazione semplice e molto rapida. Con due avvertenze importanti: il servizio partirà subito (in via sperimentale) soltanto nelle province di Roma, Bari, Brescia e Lecce, mentre entro la prima metà di ottobre si aggiungeranno le province di Milano, Bologna e Modena. La seconda avvertenza, frutto di evidenti necessità organizzative, è che ai contribuenti è richiesta una puntualità "british": è consentito un ritardo massimo di 10 minuti rispetto all'orario previsto per il videocollegamento, dopo il quale l'incontro virtuale si considererà annullato.
Questa innovazione è un segnale di cambiamento forte, rispetto ad un sistema fiscale che gli italiani hanno sempre considerato vessatorio e complesso, indecifrabile e ingiusto. Un vero e proprio nemico da cui doversi "difendere". Oltre al peso fiscale, che in Italia è costantemente più alto della media dei Paesi avanzati, ha inciso molto fino ad oggi sul rapporto tra italiani e fisco la complessità delle interazioni con l'Agenzia deputata al controllo e alla riscossione delle tasse. I ritardi nei rimborsi che spettano ai cittadini appartengono spesso al Guinness dei primati, così come la difficoltà di creare un'interlocuzione diretta.
Su tutto questo incide positivamente il nuovo strumento. E anche su un altro aspetto, legato alla nostra qualità della vita: i videocollegamenti con l'Agenzia delle Entrate-Riscossione dimostrano in fondo come nel "new normal" post-pandemia il mondo digitale possa tornare ad essere un prezioso supporto per rendere più semplice la vita reale. E non la sua arida alternativa.
Per commentare la rubrica con l'autore,
scrivi a: fdelzio@luiss.it
@FFDelzio
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: