L'Europa dei ragazzi unita dal volontariato
mercoledì 13 giugno 2018
«Ci farà bene trascorrere due settimane di volontariato europeo per aiutare anziani e disabili, insieme con altri ragazzi europei». Sono partiti con entusiasmo Luigi, Anna, Martina e Alessia, i quattro studenti del liceo classico "Morgagni" di Forlì, in rappresentanza dei giovani italiani, impegnati in un progetto europeo di volontariato a Velenje, in Slovenia. Il progetto coinvolge giovani provenienti da varie nazioni, fra cui Spagna, Azerbajan, Georgia, Serbia, Bosnia e Romania. Commenta il dirigente del liceo classico, Marco Molinelli: «Oltre ad essere un progetto di alternanza scuola-lavoro, sarà per i giovani studenti un'esperienza di scuola aperta agli altri e al mondo».
Con quale spirito affronteranno l'avventura i ragazzi che rappresentano il Bel Paese? Risponde Luigi: «Si tratta di un'occasione unica, sia perché avremo la possibilità di incontrare persone che provengono da nazioni poco conosciute, come l'Azerbajan o la Bosnia, sia perché dovremo assistere anziani e disabili di altre culture e mentalità». Aggiunge Martina: «Non sono mai andata all'estero e sono molto emozionata e contenta di iniziare con un progetto di volontariato europeo». Il progetto, infatti, si chiama proprio "Voglio essere un volontario" e porta la firma dell'Associazione Ipsia e dell'Istituto Pace, Sviluppo e Innovazione delle Acli di Forlì-Cesena, coinvolgendo gli studenti del liceo. I giovani saranno coinvolti in varie attività di solidarietà, dalla cura degli anziani all'assistenza ai disabili, per concludere la loro esperienza con la creazione di un progetto di volontariato per la città europea dove i giovani vivono.
© Riproduzione riservata