venerdì 2 ottobre 2015
Il messaggio che portano con sé gli angeli custodi è quello della "presenza": essi, infatti, sono i messaggeri cui è affidato il compito di ricordare all'uomo la costante vicinanza di Dio. Per riflesso essi rimandano alla cura in senso generale, cioè all'impegno del Signore di farsi carico delle ferite e delle speranze dell'umanità. Sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento essi sono il segno dell'opera efficace di Dio nella storia e portano sempre un cambiamento, una novità, un cambio di rotta verso la luce e la verità. "Vittime" di una visione quasi "panteistica" lontana dal pensiero biblico, gli angeli oggi soffrono di una commercializzazione che ha dimenticato il loro vero significato, ma la memoria odierna ci ricorda che in fondo quello di essere "angeli" per gli altri è la vocazione comune di tutti i cristiani.Altri santi. San Beregiso, abate (VII sec.); beata Maria Antonina Kratochwil, vergine e martire (1881-1942).Letture. Es 23,20-23; Sal 90; Mt 18,1-5.10.Ambrosiano. 1 Tm 1,1-11; Sal 93; Lc 20,45-47.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: