Genoa, nido allo stadio per i figli dei tifosi
domenica 29 gennaio 2017
"Il nido del Grifone", dedicato però non a cuccioli del rapace ma ai bambini dai 3 ai 6 anni, per accudirli, farli divertire e persino insegnare a loro qualcosa attraverso un laboratorio ludico-didattico. È l'iniziativa dell'Associazione Club dei tifosi del Genoa – la squadra di calcio più antica d'Italia, fondata nel 1893, il cui simbolo è un grifone – che ha creato uno spazio in zona gradinata Nord, simbolo dei supporter rossoblù, dove i genitori, mentre assistono alla partita, potranno lasciare i loro bimbi in tranquillità e sicurezza, affidati ad esperti educatori ed educatrici della "Moby Dick", cooperativa sociale che gestisce già altri asili all'ombra della Lanterna.
L'esordio dell'iniziativa avverrà domenica prossima, 5 febbraio, quando si svolgerà Genoa-Sassuolo e sarà un contraltare alla parte brutta del tifo violento che allontana le famiglie con bambini dallo stadio. Il "nido" allo stadio potrà invece indurre a portare con sé i piccoli. Promozione di calcio e tifo sano, il non nascosto obiettivo dei promotori, che assicurano di voler fare abituare i bambini a un'idea di stadio come luogo che aggrega ed esclude la violenza.
Per usufruire del nido, che può ricevere i piccoli ospiti da mezz'ora prima della partita, occorre prenotare con una email. Se adesso il posto è riservato ai soli abbonati, è già in programma che venga potenzialmente allargato a tutti gli spettatori in un futuro assai prossimo, anche perché l'idea ha già raccolto ampi consensi.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI