Fidenza, i pellegrini hanno una casa
sabato 21 gennaio 2017

Vicino al Duomo di Fidenza è stato inaugurato "L'Ostello del pellegrino", nei locali del Capitolo della Cattedrale, restaurati a cura della diocesi emiliana con una spesa di 130mila euro, di cui 25mila stanziati dal comune. All'apertura, che diventerà operativa il 1 febbraio, sono intervenuti il vescovo Carlo Mazza e il sindaco Andrea Massari, che hanno sottolineato la collaborazione fra diocesi e comune «per rendere l'esperienza della Via Francigena un patrimonio accessibile e condiviso per il bene materiale, culturale e spirituale dei pellegrini».
Da oltre mille anni Fidenza è una delle principali tappe della Via Francigena che portava i pellegrini a Roma dal nord Europa. L'ostello è dotato di 10 posti letto in tre tipologie di camere (una doppia, una tripla e una con cinque letti), a 10 euro a notte, con cucina in autogestione, lavanderia, servizi igienici e area protetta per deposito biciclette e altro materiale. La struttura è il frutto concreto del Giubileo della Misericordia e dell'invito di papa Francesco a ogni diocesi, perché lasciasse un segno tangibile di un'opera di misericordia. «Fidenza – spiega il vescovo Mazza – lascia un luogo importante per l'accoglienza di stranieri e pellegrini».
Una sosta dei pellegrini nella città emiliana permetterà loro di ammirare le bellezze della Cattedrale di San Donnino, «il martire fondatore radicatissimo nella sua terra e nel suo territorio», come dimostrano le sculture e l'architettura di Benedetto Antelami, visitabili anche con tour virtuale sul web e grazie a un'app dedicata alla cultura del viaggio pellegrino.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI