venerdì 9 ottobre 2015
Tutta la vita si gioca in una promessa, in quella tensione verso l'eternità e la felicità che solo Dio può donare; è un cammino di cui Abramo è padre e archetipo. Originario della Mesopotamia, spostatosi a Carran e poi da lì verso Canaan, questo patriarca anticotestamentario coltiva un legame speciale con Dio, al quale decide di credere contro ogni evidenza, contro ogni delusione. Lui è anziano e la moglie Sara anche, ma la promessa del Signore è di una folta discendenza: come può avvenire ciò? La risposta arriva come un dono inaspettato, dopo che i due hanno tentato una soluzione "alternativa": Abramo ha avuto un figlio con la schiava Agar, ma poi Sara genera Isacco e la promessa si compie. Poi la vera prova: il sacrificio di Isacco. Anche in questa occasione Abramo è fedele e la sua fedeltà sarà radice di salvezza per tutti gli uomini.Altri santi. San Dionigi e compagni, martiri (III sec.); san Giovanni Leonardi, sacerdote (1541-1609).Letture. Gl 1,13-15; 2,1-2; Sal 9; Lc 11,15-26.Ambrosiano. 1 Tm 3,14-4,5; Sal 47; Lc 21, 34-38.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: