Disabili in pizzeria le scuse a Nicolosi


Massimo Calvi venerdì 21 aprile 2017
Un gruppo di 12 disabili in sedia a rotelle e due operatori di un centro di riabilitazione prenotano una cena in pizzeria. Quando si presentano al locale, però, ecco sorgere qualche problema legato ai posti in tavola e alle sedie da spostare, e tra scortesie e presunte incomprensioni succede che il gruppo di disabili è costretto ad andarsene, trovando per fortuna ospitalità in un altro ristorante vicino. È accaduto mercoledì 12 aprile, a Nicolosi, in provincia di Catania. Un fatto spiacevole e «vergognoso», secondo gli operatori del centro socio-riabilitativo della vicina Viagrande, che hanno raccontato di essere stati costretti ad andarsene in malo modo dalla persona in sala. Una settimana dopo, ecco arrivare le scuse del gestore, i chiarimenti e l'invito a tornare. Pace fatta, insomma, e per fortuna.
Ieri i titolari della pizzeria e il sindaco di Nicolosi, Nino Borzì, si sono infatti incontrati nella sede del Centro di riabilitazione di Viagrande. In due incontri separati, il primo cittadino e i titolari della pizzeria, hanno parlato con il presidente del Csr Sergio Lo Trovato, il direttore generale Francesco Lo Trovato, i terapisti, le assistenti sociali e tutti i disabili assistiti dal Csr-Aias. Il sindaco di Nicolosi, con il primo cittadino di Viagrande, Franco Leonardi, si è scusato a nome della cittadinanza per quanto accaduto. «La nostra città – ha detto – è da sempre ospitale con tutti e i ristoratori faranno sicuramente tesoro di quanto successo». Poi, i titolari della pizzeria hanno chiesto «scusa ai disabili» spiegando che «non era loro intenzione offenderli».
© Riproduzione riservata