giovedì 14 aprile 2016
​Rachele TRevisi, mantovana di 36 anni, porterà gli uccelli in volo dall'Austria alla Toscana.
​Il prossimo agosto, sarà un convoglio davvero eccezionale a partire dall’Austria diretto in Toscana: un aereo ultraleggero, con al seguito 14 ibis eremita, in volo lungo la rotta di svernamento. Alla guida del velivolo, ci sarà Rachele Trevisi, ornitologa italiana di 36 anni, con a fianco la collega Milena Klumb. Le due donne compongono una delle due squadre della terza migrazione di uccelli guidata da esseri umani. In questo momento, le due donne sono allo zoo di Vienna, impegnate ad avviare il processo di imprinting dei 14 pulcini di ibis eremita: in pratica, devono convincerli di essere la loro mamma in modo che, ad agosto, gli uccellini non avranno esitazioni a seguirle nel viaggio verso la Toscana. Hanno 35 giorni di tempo prima che cominci la fase di addestramento al volo che durerà almeno tre mesi. Poi il viaggio: servirà perché gli ibis eremita memorizzano la rotta verso Orbetello che in seguito ripercorreranno ogni anno, in cerca di un clima più  mite di quello austriaco, dove trascorrere i mesi invernali.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: