Ave Maria
Mi piace pensare, Maria, che anche la tua debolezza sostenne la tua forza, che sapesti accettare di attraversare tante incertezze, facendo aderire il tuo cuore a una fiducia che non si vedeva
Ave Maria
Mi piace pensare, Maria, che anche la tua debolezza sostenne la tua forza, che sapesti accettare di attraversare tante incertezze, facendo aderire il tuo cuore a una fiducia che non si vedeva

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati

Avvenire

Guarda tutte le nostre offerte Accedi

Se sei registrato o abbonato ad Avvenire Digitale Accedi

© Riproduzione riservata