venerdì 12 aprile 2019
Il prestigioso premio World Press Photo è stato vinto dalla foto della bimba honduregna che piange mentre la mamma viene perquisita al confine Usa-Messico. Ecco le altre immagini premiate

La foto che ha fatto il giro del mondo della bimba honduregna di due anni che piange mentre la mamma viene perquisita al confine tra Messico e Usa ha vinto il prestigioso premio World Press Photo of the Year, il più importante premio di fotogiornalismo.

L'immagine è stata scattata dal fotografo di Getty Images, John Moore lo scorso 12 giugno e ha alimentato le polemiche sulla politica di Trump sulla separazione delle famiglie al confine tra Stati Uniti e Messico.

Il vincitore è stato annunciato ieri sera al World Press Photo Awards Show ad Amsterdam nel corso dell'esclusiva cerimonia di premiazione del concorso nato in Olanda nel 1955.

La foto vincitrice della categoria «Ritratti, singoli»: «Dakar Fashion» di Finbarr O'Reilly. Mostra modelle in posa nel quartiere vecchio della capitale del Senegal, sotto gli sguardi incuriositi dei residenti (Ansa)

La foto vincitrice della categoria «Ritratti, singoli»: «Dakar Fashion» di Finbarr O'Reilly. Mostra modelle in posa nel quartiere vecchio della capitale del Senegal, sotto gli sguardi incuriositi dei residenti (Ansa)

Primo premio nella categoria «Progetti a lungo termine»: «Beckon Us From Home» di Sarah Blesener. Studentesse ridono prima di una gara di canto e marcia in un liceo di Dmitrov in Russia (Ansa)

Primo premio nella categoria «Progetti a lungo termine»: «Beckon Us From Home» di Sarah Blesener. Studentesse ridono prima di una gara di canto e marcia in un liceo di Dmitrov in Russia (Ansa)

Primo premio nella categoria «Ambiente, singole»: «Akashinga, the Brave Ones» di Brent Stirton, Getty Images. Esercitazioni di un'unità anti bracconaggio composta da sole donne nel parco naturale di Phundundu in Zimbabwe (Ansa)

Primo premio nella categoria «Ambiente, singole»: «Akashinga, the Brave Ones» di Brent Stirton, Getty Images. Esercitazioni di un'unità anti bracconaggio composta da sole donne nel parco naturale di Phundundu in Zimbabwe (Ansa)

Una delle immagini di «Syria, No Exit», secondo premio nella sezione «Spot News, storie»: si fa pulizia tra le macerie all'indomani del bombardamento del quartiere di Douma nella Ghouta orientale in Siria, il 22 febbraio 2018 (Ansa)

Una delle immagini di «Syria, No Exit», secondo premio nella sezione «Spot News, storie»: si fa pulizia tra le macerie all'indomani del bombardamento del quartiere di Douma nella Ghouta orientale in Siria, il 22 febbraio 2018 (Ansa)

La foto vincitrice nella sezione «Natura, storie»: «Falcons and the Arab Influence» di Brent Stirton, Getty Images for National Geographic. Mostra l'allevatore Howard Waller con un cappello per la raccolta di sperma del falcone (Ansa)

La foto vincitrice nella sezione «Natura, storie»: «Falcons and the Arab Influence» di Brent Stirton, Getty Images for National Geographic. Mostra l'allevatore Howard Waller con un cappello per la raccolta di sperma del falcone (Ansa)

La foto vincitrice della categoria «Ritratti, storie»: «Land of Ibeji» di Benedicte Kurzen, Noor, e Sanne de Wilde, Noor. Due donne in abito bianco, vestite per andare in chiesa, su un colle vicino a Igbo-Ora in Nigeria (Ansa)

La foto vincitrice della categoria «Ritratti, storie»: «Land of Ibeji» di Benedicte Kurzen, Noor, e Sanne de Wilde, Noor. Due donne in abito bianco, vestite per andare in chiesa, su un colle vicino a Igbo-Ora in Nigeria (Ansa)

Una delle immagini di «Syria, No Exit», secondo premio nella sezione «Spot News - Storie»: bambini curati dopo un attacco con gas nel villaggio di al-Shifunieh, Ghouta orientale in Siria, il 25 febbraio 2018 (Ansa)

Una delle immagini di «Syria, No Exit», secondo premio nella sezione «Spot News - Storie»: bambini curati dopo un attacco con gas nel villaggio di al-Shifunieh, Ghouta orientale in Siria, il 25 febbraio 2018 (Ansa)

È la foto dell'anno, vincitrice dell'edizione 2019 del World Press Photo: «Crying Girl on the Border» di John Moore. Mostra la piccola Yanela Sànchez, originaria dell'Honduras, che si dispera mentre lei e la madre Sandra Sànchez vengono arrestate da agenti della polizia di frontiera statunitense a McAllen, in Texas, il 12 giugno 2018 (Ansa)

È la foto dell'anno, vincitrice dell'edizione 2019 del World Press Photo: «Crying Girl on the Border» di John Moore. Mostra la piccola Yanela Sànchez, originaria dell'Honduras, che si dispera mentre lei e la madre Sandra Sànchez vengono arrestate da agenti della polizia di frontiera statunitense a McAllen, in Texas, il 12 giugno 2018 (Ansa)

Una delle immagini di «Syria, No Exit», secondo premio nella sezione «Spot News, storie»: appena arrivati in ospedale, un bambino conforta il fratello rimasto ferito nei bombardamenti di Douma, Ghouta orientale in Siria, l'8 febbraio 2018 (Ansa)

Una delle immagini di «Syria, No Exit», secondo premio nella sezione «Spot News, storie»: appena arrivati in ospedale, un bambino conforta il fratello rimasto ferito nei bombardamenti di Douma, Ghouta orientale in Siria, l'8 febbraio 2018 (Ansa)

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: