lunedì 4 dicembre 2017
L'idea del Centro Clinico NeMo: attraverso una app si può registrare una parola che confluirà nella Banca delle voci da cui i malati potranno attingere per "umanizzare" i loro sintetizzatori vocali

Regala la tua voce a chi non ce l'ha più: è la campagna del Centro Clinico NeMO di Milano, che si occupa di migliorare la qualità della vita di pazienti affetti da malattie neuro-muscolari come la Sma, la Sla e le distrofie muscolari. La proposta è quella di scaricare l'applicazione (il costo è di 2,29 euro, interamente devoluti al Centro clinico NeMO) e registrare una sola parola. Quella parola entrerà a far parte di una banca delle voci, dalla quale i malati potranno attingere per rendere più umana e meno metallica la voce del loro sintetizzatore vocale.

La campagna #unaparolapernemo è realizzata con la collaborazione della Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus, impegnata da anni nel sostenere la ricerca scientifica sulla Sla e da sempre al fianco del Centro clinico NeMO, e gode del patrocinio di AISLA Onlus, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, punto di riferimento da oltre trent’anni per l’assistenza delle persone con Sla e tra i soci fondatori di NeMO.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: