mercoledì 17 ottobre 2018
Prosegue, fino a sabato 20 ottobre, la lettura integrale e ininterrotta della Bibbia, che è stata dedicata a don Giovanni Barbareschi, da poco scomparso

Prosegue, fino a sabato 20 ottobre, la maratona delle Sacre Scritture alla cappella San Giorgio della Casa scout di Milano. Sono passati oltre due giorni e due notti da quando, il 14 ottobre alle 18, è cominciata la lettura integrale e ininterrotta della Bibbia promossa dagli scout milanesi.

A darsi il cambio sull'ambone sono ragazzi e adulti, milanesi e dell'hinterland, singoli, gruppi di preghiera e associazioni. L'iniziativa si sta svolgendo in un clima di entusiasmo e attenzione, coinvolgendo più di dieci persone all'ora. La maratone delle Scritture andrà avanti fino a sabato 20 ottobre quando, a chiudere l'evento con la lettura degli ultimi capitoli del libro dell’Apocalisse, saranno il sindaco Giuseppe Sala e l’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini. Fra i lettori si attendono anche Filippo Del Corno, l'assessore del Comune di Milano, e monsignor Giovanni Giudici, vescovo emerito di Pavia, mentre il presidente del Consiglio Comunale Lamberto Bertolè si è già speso nella lettura di un capitolo del Deuteronomio.

«L’iniziativa è aperta a tutti, cristiani di ogni confessione, fedeli di altre religioni, atei e scettici - ricordano gli organizzatori - anche chi non crede può trovare nella Bibbia uno strumento utile per guardare alla vita e al tempo in cui viviamo con occhi diversi». Per contribuire all'impresa come lettore basta iscriversi sul sito www.bibbiamilano2018.it oppure presentarsi direttamente in loco, via Burigozzo 11. Porta sempre aperta anche per chi volesse semplicemente ascoltare. La lettura è dedicata a don Giovanni Barbareschi, scout, partigiano e Aquila randagia, scomparso il 4 ottobre.

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

(foto di Matteo Bergamini)

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: