lunedì 13 maggio 2019
Una missione di esperti italiani ha soggiornato in Mali per lo sviluppo di una campagna di comunicazione a favore delle popolazioni maliane sui temi del contrasto all'immigrazione irregolare

Una missione di esperti italiani dell’Ong Tamat e dell'agenzia di comunicazione italiana Giusti Eventi ha soggiornato in Mali per lo sviluppo di una campagna di comunicazione a favore delle popolazioni maliane sui temi del contrasto all'immigrazione irregolare verso l’Europa.

Sono stati svolti tre focus group a Kati (comune urbano), a Yélékébougou e a Kambila (comuni rurali del circondario di Kati).
I tre focus group hanno permesso di coinvolgere, dialogare e interagire con persone già migrate di ritorno nel paese, tra giovani che desiderano prendere la via dell’emigrazione (anche illegale) ma anche tra le persone che non ha per niente voglia di lasciare il Mali.

Gli immigranti di ritorno al paese hanno avuto l'opportunità di spiegare le loro differenti disavventure sia intraprendendo la “via terrestre” attraverso il lungo viaggio attraverso il Sahara e la “via mediterranea” a bordo soprattutto di imbarcazione più o meno di fortuna, per avviarsi a raggiungere l’Europa.

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

Foto Paolo Saglia

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: