martedì 3 aprile 2018
A 27 anni Salma al-Majidi è stata presentata dalla Fifa come la prima tecnica sudanese a farsi carico di una formazione di uno sport che nel mondo arabo è onnipresente
La "mister" mentre dà indicazioni a un giocatore (Lapresse/Afp)

La "mister" mentre dà indicazioni a un giocatore (Lapresse/Afp)

Perché il calcio? Le hanno chiesto. E lei: «Perché è il mio primo e ultimo amore» (Lapresse/Afp)

Perché il calcio? Le hanno chiesto. E lei: «Perché è il mio primo e ultimo amore» (Lapresse/Afp)

Salma al-Majidi allenerà il club Al-Ahly (Lapresse/Afp)

Salma al-Majidi allenerà il club Al-Ahly (Lapresse/Afp)

Sono diventata allenatrice perché in Sudan non c'è ancora spazio per il calcio femminile (Lapresse/Afp)

Sono diventata allenatrice perché in Sudan non c'è ancora spazio per il calcio femminile (Lapresse/Afp)

I suoi giocatori l'hanno affettuosamente soprannominata «Sister Coach» (Lapresse/Afp)

I suoi giocatori l'hanno affettuosamente soprannominata «Sister Coach» (Lapresse/Afp)

La squadra è la rappresentativa della città di Al-Gadaref, a est di Khartoum (Lapresse/Afp)

La squadra è la rappresentativa della città di Al-Gadaref, a est di Khartoum (Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

(Lapresse/Afp)

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: