sabato 2 febbraio 2019
Una piattaforma del Parlamento europeo per accompagnare i cittadini alle urne. Chi si iscrive può divenire lui stesso un volontario: già 150mila adesioni. Rosolino e Cristoforetti testimonial
«Stavolta voto». E la campagna per il voto europeo diventa social

Una vera mobilitazione, e questa volta come mai prima con protagonista il web, per parlare in primo luogo a nativi digitali o a distratti trentenni tentati dall’astensione. «Stavolta non basta sperare in un futuro migliore: dobbiamo assumerci la responsabilità delle nostre scelte», si legge sul sito dell’Europarlamento "www.stavoltavoto.eu". Con una semplice connessione web si vuole creare «una comunità di sostenitori» capace di motivare l’affluenza alle urne per le elezioni europee previste dal 23 al 26 maggio.

L’obiettivo, infatti, «non è di raccomandare questo o quel candidato» ma piuttosto, attraverso la rete, «costruire una comunità di sostenitori in tutta Europa che si impegnino per il voto». Un invito diretto e concreto alla partecipazione, di fronte a formidabili sfide, «dall’immigrazione ai cambiamenti climatici, dalla disoccupazione giovanile alla protezione dei dati» mentre la democrazia che «molti di noi danno per scontata» ultimamente «sembra essere sottoposta a crescenti minacce, sia nei principi che nella pratica».

Il sito, pensato per accorciare le distanze fra "palazzo" ed "Europa reale", con un calendario e una mappa interattiva informa su tutte le manifestazioni in programma in Italia e negli altri Paesi Ue, ma offre pure la possibilità di diventare uno delle migliaia di volontari per il voto di maggio. Una volta iscritti al sito, gli “europeisti digitali” potranno invitare i loro contatti social, tramite Twitter e Facebook, a unirsi alla community. L'obiettivo è quello di raggiungere il maggior numero possibile di persone, per poi convincerle ad impegnarsi e ad andare a votare per eleggere i 705 eurodeputati, di cui 76 italiani.

"Il Parlamento europeo - ha dichiarato il suo presidente Antonio Tajani - è l'unica istituzione eletta dai suoi cittadini, e svolge un ruolo fondamentale nel tutelare i loro interessi. Un'Europa democratica ha bisogno della partecipazione degli elettori che devono poter esercitare il voto in base a infromazioni complete e corrette". Secondo gli ultimi dati sono già 150mila gli iscritti alla piattaforma "Stavoltavoto.eu", di cui 15mila in Italia. Molti dei volontari sono studenti Erasmus, ma non mancano testimonial di eccezione come il campione di nuoto Massimiliano Rosolino e l'astronauta Samanta Cristoforetti. Un primo "click", con la possibiltà di unirsi a una squadra di volontari locali: la maratona social di Bruxelles, per costruire una community europea, è iniziata.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: