martedì 7 novembre 2017
Damrey ha colpito le regioni centro-meridionali del Paese che da venerdì ospiterà il vertice dell'Apec con Trump e Putin
le alluvioni nel cuore della citta di Hoi An in Vietnam (LaPresse)

le alluvioni nel cuore della citta di Hoi An in Vietnam (LaPresse)

È salito ad almeno 89 il bilancio delle vittime del tifone Damrey che ha colpito lo scorso fine settimana la regione centro-meridionale del Vietnam: per ora si contano almeno 18 dispersi e 174 feriti. Lo ha reso noto oggi il governo del Paese che si appresta ad accogliere i leader del mondo per il vertice Apec (il forum di cooperazione economica Asia-Pacifico): sono attesi tra gli altri il presidente Usa, Donald Trump, quello russo, Vladimir Putin (che incontrerà il collega americano in un vertice a margine) e il cinese, Xi Jinping. La sede prescelta per il summit che comincia venerdì, Danang, è stata risparmiata dai danni peggiori, ma acque limacciose hanno sommerso diverse province e anche la località di Hoi An, iscritta nel Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco e prescelta per accogliere le consorti dei leader.

A Hoi An, situata ad appena 16 chilometri tra Danang, il quartiere antico è rimasto completamente allagato ed alcuni turisti hanno dovuto essere portati via in barca dagli hotel. L'ultimo bilancio della protezione civile parla di decine di vittime, persone travolte dai fiumi esondati, dagli smottamenti dei terreni o affondati nelle imbarcazioni sorprese in mare aperto. "E ci sono anche una ventina di persone che mancano all'appello", ha aggiunto una fonte. Il tifone Damrey ha toccato terra sabato, con venti sostenuti a 120 chilometri all'ora, seminando morte e distruzione soprattutto nella parte centrale del Paese. Ma Damrey è solo l'ultimo di una serie di violenti eventi atmosferici che si sono abbattuti lungo la costa vietnamita quest'anno. Lo scorso mese, sono morte almeno 75 persone per inondazioni e frane.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: